Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: il punto sulla 37^ giornata

Calcio, Serie B: il punto sulla 37^ giornata

reggina_logodi Antonio Modafferi – Trentasettesimo turno in serie Bwin quasi senza mezze misure. Da registrare infatti soltanto due pareggi, per il resto solo vittorie, più o meno decisive ai fini della classifica finale. Ricordiamo che ieri la Corte di Giustizia Federale ha

accolto il ricorso del Padova in merito alla querelle sulla partita contro il Torino, confermando il verdetto del campo (1-0 per i veneti).
La capolista Torino (70 punti) si sbarazza davanti al pubblico amico del Crotone (41 punti), reduce da una lunga serie positiva. Ai granata basta il primo tempo, durante il quale vanno a segno prima Glick poi Sgrigna, i calabresi dimezzano le distanze nella ripresa con il solito Calil, su calcio di rigore.
Sale al secondo posto il Pescara (68 punti), grazie all’en plein esterno sul terreno del Gubbio (31 punti), penultimo in graduatoria. La banda di Zeman fa sua la partita nell’ultimo quarto d’ora: sblocca la situazione capitan Sansovini al 77′, poi è Insigne, a due minuti dal termine, a mettere al sicuro il risultato.
Al terzo posto, appaiate a quota 67, troviamo la coppia composta da Sassuolo e Verona.
I neroverdi emiliani, nel primo anticipo del venerdì, sbancano il “Rigamonti” di Brescia (53 punti). Accade tutto nella seconda frazione: i ragazzi di Pea si portano avanti di due reti in virtù dei centri di Sansone e Troianiello, le rondinelle di Calori accorciano le distanze con Piovaccari al 90′, ma ormai è troppo tardi.
Mezzo passo falso per gli scaligeri che, nell’altro anticipo del venerdì, si fanno fermare sul pareggio senza reti tra le mura amiche dal pericolante Empoli (35 punti) di Aglietti, inguaiato in zona play out.
Pareggia anche il Padova (60 punti), che fa 2-2 in trasferta a Grosseto (47 punti). I ragazzi di Dal Canto chiudono i primi 45′ sul doppio vantaggio grazie alla doppietta di Cacia, i maremmani reagiscono dopo l’intervallo con un micidiale uno-due firmato, tra 52′ e 54′, dal bomber Sforzini.
Ok il Varese (59 punti), corsaro in casa del Cittadella (44 punti). Alla squadra di mister Maran è sufficiente un goal di De Luca al 12′ per espugnare il “Tombolato” e mantenersi in quota play off.
Prosegue la corsa della Sampdoria (58 punti) per un piazzamento nella griglia valida per gli spareggi promozione. I doriani di Iachini al “Ferraris” piegano 2-0 il Bari grazie alla giornata di grazia del brasiliano Eder, autore della doppietta decisiva nella seconda frazione di gioco.
Fatica ma vince la Reggina (54 punti), che supera di misura il fanalino di coda Albinoleffe (25 punti). La sfida del “Granillo” si decide nel secondo tempo sul filo degli undici metri: il seriano Regonesi si fa respingere il penalty da Belardi, alla seconda massima punizione neutralizzata consecutiva, mentre l’amaranto Ceravolo non fallisce.
Bene il Modena (48 punti), che rifila un netto 3-0 alla Juve Stabia (52 punti).Per la formazione di mister Bergodi colpisce Di Gennaro dal dischetto nei primi 45′, nella ripresa c’è gloria anche per Cellini e Stanco.
In zona retrocessione, l’Ascoli (41 punti) coglie un altro importante successo, questa volta ai danni del Livorno (38 punti). I marchigiani si aggiudicano l’intera posta in palio con una rete per tempo: nel primo arriva il timbro di Soncin, nel secondo ecco la marcatura di Scalise. L’undici di Silva pare ormai avviato verso la diretta conquista della permanenza nonostante la pesante penalizzazione (-7 punti), mentre i labronici cominciano a rischiare davvero, i play out sono solo tre punti più giù.
Infine pesantissima l’affermazione esterna della Nocerina (34 punti) nello scontro diretto con il Vicenza (34 punti). I molossi si aggiudicano il match del “Menti” grazie ad una rete di Farias nel recupero del primo tempo. Con questi tre punti i rossoneri agganciano la zona play out e gli stessi veneti, che adesso vedono sempre più da vicino l’incubo Lega Pro.