Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Albinoleffe, le parole dei protagonisti

Calcio – Reggina-Albinoleffe, le parole dei protagonisti

GABRIELE ANGELLA (DIFENSORE REGGINA)

“Incontravamo una squadra che ce l’avrebbe messa tutta, gli episodi ci sono stati favorevoli. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento.  Il Verona? Sarà una partita con una storia diversa, visto che entrambe le squadre giocheranno per attaccare e a viso aperto”.

EMANUELE BELARDI (PORTIERE REGGINA)
“La parata sul rigore è stata importante per il momento in cui è arrivata.  L’esperienza in questo campionato conta, gli altri la acquisiranno con il tempo. Da giovani si è istintivi, poi si matura.  Le batoste ti aiutano a crescere. Ho avuto la fortuna di andare in squadre importanti e ho provato ad apprendere qualcosa dai grandi campionati.  La difesa oggi ha fatto bene,soprattutto i tre centrali.  La B è lunga, fino a quando avremo speranze dovremo lottare. La Reggina è una squadra importante e non si deve mollare mai”.

ROBERTO BREDA (ALLENATORE REGGINA)
“Nel primo tempo abbiamo fatto fatica, nel secondo siamo stati più pericolosi.  Nel finale è stata una lotta di nervi, c’erano dei giocatori in debito d’ossigeno. Abbiamo superato due squadre e per tenere viva la speranza questo è importante.   Nella ripresa siamo partiti col 3-4-3, dopo essere andati in vantaggio Colombo ha fatto l’esterno difensivo con Melara più interno, visto che le sue percussioni possono nascere anche da quella zona.   Nicolas Viola? Ho fatto delle scelte tecniche, nelle ultime partite ci servivano degli incontristi per controllare meglio gli avversari. Oggi sarebbe potuto entrare, ma avevo principalmente bisogno di gamba ed energia.  Con questo caldo conteranno molto i subentrati, ormai si vince in quattordici ogni partita.  Con il caldo conta soprattutto la condizione fisica.   Con il Verona ci aspetta una gara diversa, contro un avversario molto forte fisicamente. Recuperiamo Cosenza e Bonazzoli dopo la squalifica. Barillà ? Lo sto provando in varie posizioni, sta facendo bene e posso solo fargli i miei complimenti.  Noi continueremo a vivere alla giornata, senza avere battute d’arresto. Occorre sfruttare gli scontri diretti, credendoci e non dando nulla per scontato.  Fare tabelle o calcoli è inutile”.