Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio ,Serie B: Alessio Viola e Montiel rilanciano la Reggina, Livorno ko

Calcio ,Serie B: Alessio Viola e Montiel rilanciano la Reggina, Livorno ko

alessio_viola

di Pasquale De Marte – Più voluta che meritata la vittoria della Reggina sul Livorno,  ma si tratta pur sempre di tre punti importanti che riaccendono le

speranze playoff della squadra di Gregucci, che tra sette giorni, a Varese, avrà la possibilità, vincendo, di riprendersi il sesto posto.

Due firme d’autore per il successo reggino, quelle di Alessio Viola e Josè Montiel, due gol bellissimi che riassumono il talento di due calciatori che potrebbero tornare utili nel rush finale del campionato.

EMERGENZA – Per la prima volta la primavera fa capolino al Granillo, ma la luce del caldo sole dello Stretto non ispira più di tanto i protagonisti della sfida tutta amaranto.

Troppe le assenze tra i padroni di casa, specialmente a centrocampo – dove  comunque non mancano sicuramente voglia di fare, dinamismo e corsa –  pesa tantissimo l’assenza della qualità di Nicolas Viola e se davanti non c’è un centravanti come Emiliano Bonazzoli, in grado di diventare il punto di riferimento per lanci lunghi e servizi dagli esterni, le cose diventano ancor più difficili per chi vuol fare la partita e vincerla.

PAULINHO, POI ALESSIO VIOLA – E se, come accade al 21′, i labronici  passano in vantaggio (cross di Lambrughidalla dalla trequarti per Paulinho che anticipa Freddi e  schiaccia imparabilmente nell’angolo), l’ostacolo Livorno rischia di diventare insormontabile.

Il pomeriggio si tinge ulteriormente di grigio quando proprio Freddi si infortuna e ,in una situazione d’emergenza difensiva, Gregucci inserisce D’Alessandro e ridisegna la squadra con il 4-4-2, opposto al 4-3-1-2 iniziale degli avversari.

Quando tutto sembra diventare più difficile, c’è però la perla di Alesssio Viola 32′ a riportare il match sui binari dell’equilibrio: Barillà dialoga con Rizzo che scucchiaia un ottima palla in profondità che il giovane attaccante trasforma in oro con un’acrobazia al volo da posizione defilata sulla sinistra.

SVISTE ARBITRALI – In un primo tempo non esaltante c’è spazio per un gran tiro di Siligardi, bravo a lanciare autonomamente un contropiede, su cui si oppone ottimamente Zandrini  e per le grandi recriminazioni dei padroni di casa nei confronti dell’arbitro. Sono almeno due gli episodi in cui la  squadra dello Stretto potrebbe chiedere, a ragione, un rigore, l’ultima delle quali (Belingheri su Ragusa) pare abbastanza netta, ma Palazzino e i suoi assistenti non sono dello stesso avviso.

SVOLTA- Nella ripresa le occasioni migliori sono per gli ospiti: Sini da pochi metri non riesce a superare Zandrini di testa, mentre Luci calcia a lato in perfetta solitudine dopo un ottimo contropiede orchestrato dal collettivo labronico.

Al 76′  Josè Montiel (trentacinque minuti giocati complessivamente in questo campionato)   dipinge una traiettoria imparabile su calcio di punizione  dai venticinque metri aggirando l’opposizione della barriera e insaccando il gol che vale la vittoria degli amaranto di casa, bravi a resistere alla pressione avversaria nei minuti finali.

REGGINA-LIVORNO 2-1, IL TABELLINO

REGGINA (3-5-2): Zandrini;  Freddi (29′ D’Alessandro), Emerson, Angella; Ragusa (88′ De Rose), Armellino, Rizzo, Barillà, Rizzato;  Ceravolo (58′ Montiel), A. Viola. A disposizione: Belardi, Di Lorenzo, Colombo, Melara. Allenatore: Gregucci.

LIVORNO (4-3-1-2): Bardi, Salviato, Sini, Knezevic, Salviato (77′ Meola), Filkor (77′ Morosini), Luci, Belingheri (83′ Schiattarella), Siligardi, Dionisi, Paulinho. A disposizione: Mazzoni, Bernardini, Barone, Bernacci.  Allenatore: Madonna.
Arbitro: Palazzino.
Ammoniti: Salviato, Barillà, Freddi, Dionisi.
Marcatori: 21′ Paulinho, 32′  A. Viola, 76′ Montiel
Recupero: 1′ e 4′.
Note: 296 spettatori paganti, 4240 euro di incasso biglietti. 3407 spettatori abbonati.