Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Livorno, le parole dei protagonisti

Calcio – Reggina-Livorno, le parole dei protagonisti

MADONNA (ALLENATORE LIVORNO)

“Potevamo gestire la palla meglio, erano spesso in difficoltà con la velocità dei nostri attaccanti. Sarebbe servita pià determinazione da parte

nostra, bisogna fare punti.  Sul gol di Viola va riconosciuta la bravura dell’attaccante. Dovevamo farli abbassare tanto e ci siamo riusciti, ma dopo il vantaggio ci siamo guardati troppo allo speccio”.

A. VIOLA (REGGINA)
“Non mi sono accorto di aver fatto gol, Rizzo ha fatto un bellissimo lancio ed è stato importante far gol nel nostro momento peggiore.  Per ora sto coprendo il ruolo di Bonazzoli, ma Emiliano è un grande calciatore, un grande uomo con un’umiltà incredibile.  Le sue capacità tecniche non si discutono e ci sta mancando tantissimo”.

GREGUCCI (ALLENATORE REGGINA)
“Ho scelto Ragusa a destra e l’impatto con la gara è stato buono con tre centrocampisti votati all’interdizione, lui poteva trovare campo.  Lui in campo aperto è devastante. Abbiamo fatto bene dopo il gol subito, ma anche inizialemente eravamo veloci sugli esterni.  Siamo passati a quattro dopo l’infortunio di Freddi, ma ci mancava efficacia davanti e potevamo pareggiare solo con una giocata. Nella ripresa ho inserito Montiel, alzando Ragusa.  Non c’è stata eccezionalità nella nostra manovra, ma abbiamo avuto cuore.  Questa gara, pur non essendo stata una delle nostre migliori, andava vinta e così è stato grazie a due splendidi gol. A Bari avevamo giocato meglio. Adesso manteniamo il profilo basso, sperando di recuperare qualche calciatore, se così non sarà continueremo ugualmente a lottare”.

ZANDRINI (REGGINA)
“Hanno fatto un bel gol con una sassata ditesta.  Noi lavoriamo per non prendere gol.  Personalmente sono abbastanza contento per quanto ho dato fino ad ora, devo crescere e spero di farlo con questa maglia, anche perchè mi trovo bene con il preparatore Genovese.  A Varese giocheremo una gara importante, ma manca ancora tanto alla fine”.