Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Reggina ko a Bari, playoff più lontani

Calcio, Serie B: Reggina ko a Bari, playoff più lontani

stoian_bari_

di Pasquale De Marte – Fallisce il tentativo di accorciare le distanze dal sesto posto  per la Reggina. A Bari gli amaranto subiscono un’inattesa

e  probabilmente immeritata sconfitta, non sfruttando i ko di Brescia e Varese.  Il risultato negativo, però, non è un caso se si considera la cronica incapacità della formazione dello Stretto di trovare la giusta qualità nell’ultimo passaggio e, appare ormai chiaro, come questo possa essere considerato un difetto strutturale della squadra, un handicap con cui convivere fino al termine della stagione, acuito in Puglia dall’assenza di Nicolas Viola.

 

 

Perchè, come se non bastassero le pesanti assenze degli infortunati Adejo, Campagnacci e Bonazzoli,  con Rizzo squalificato,  Gregucci perde il centrocampista per un problema fisico alla vigilia del match.

IN AVVIO – Il tecnico pugliese disegna una cerniera di centrocampo nuova di zecca con il debuttante Armellino e Barillà ai fianchi di De Rose, chiamato ad agire da schermo davanti alla difesa. Il Bari, che al San Nicola fatica più che in trasferta (tre vittorie in quattordici gare tra le mura amiche), prova a ritrovare la vittoria nel proprio stadio, spoglio di pubblico come non mai all’ora di pranzo.

EQUILIBRIO –  Complice anche un terreno di gioco indegno di un campionato professionistico e non solo, la gara non è bella, ma comunque intensa e vibrante nonostante qualche fastidiosa folata di vento.  Meglio i padroni di casa nella primissima parte della gara ed è Zandrini con un’ottima respinta a negare a Dos Santos, bravo a saltare di testa, la goia della rete.  Gli amaranto potrebbero sfruttare meglio un contropiede lanciato da Ragusa e vengono fuori alla distanza, almeno sul piano del possesso palla e della supremazia territoriale. Barillà cerca il gran gol con una conclusione al volo con il mancino, la palla finisce a lato, ma mette i brividi a La Manna.

DE FALCO GOL – Al 37′ il Bari passa sfruttando un rivedibile piazzamento della retroguardia reggina in occasione di un cross dalla trequarti di Romizi, De Falco scatta sul filo del fuorigioco e all’altezza del dischetto, di destro,  non può sbagliare. Sul finire del primo tempo gli amaranto vanno vicini al pareggio con una rovesciata dal limite dell’area di Alessio Viola, deviata dal portiere dei pugliesi.

PARI – I secondi quarantacinque minuti propongono una Reggina che, inizialmente, sembra averne più degli avversari. Gli ospiti privilegiano il fraseggio, abbandonando l’idea di crossare inspiegabilmente per la testa di due attaccanti che non fanno del gioco aereo la loro specialità, come avveniva in talune circostanze della prima frazione.  I segnali sono quelli giusti e al 17′ Alessio Viola, a sinistra,  se ne va sul lato corto  dell’area e crossa sul secondo palo dove Armellino con il destro firma al volo il suo primo gol in serie B nel giorno del debutto in cadetteria.

BEFFA – E’ ancora l’ex centrocampista del Sorrento a proporsi con pericolosità dalle parti della porta avversaria, e per due volte riesce a concludere con pericolosità, non trovando lo specchio . A due minuti dal novantesimo il Bari, visto raramente fuori dalla sua metà campo nella seconda parte del match, trova il gol che vale la beffa per la Reggina: Garofalo si incunea tra le maglie avversarie e, da sinistra, crossa per Defendi, Zandrini ha un ottimo riflesso sul colpo di testa dell’avversario  ma la respinta corta viene ribadita in rete da Stoian.  Al 94′ Cosenza ha l’opportunità del pari, ma il suo tiro di destro trova la miracolosa opposizione di La Manna.

BARI-REGGINA 2-1
BARI (4-3-3)
: Lamanna; Crescenzi, Dos Santos, Borghese, Garofalo; De Falco, Romizi (91′ Cavanda), Bogliacino; Stoian, Kutuzov, Galano (80′ Defendi).  A disp. Koprivec, Gonzalez, Bellomo, Scavone, Polenta. All.Torrente.
REGGINA (3-5-2): Zandrini;  Freddi (46′ Cosenza), Emerson Angella; D’Alessandro Armellino (83′ Castiglia), De Rose, Barillà, Rizzato (74′ Ceravolo) ; Viola A., Ragusa. A disp. Belardi, Melara,  Di Lorenzo, Colombo. All. Gregucci.
Ammoniti: Borgherse, Stoian, Cosenza, Bogliacino, Romizi.
Marcatori: 37′  De Falco, 62′ Armellino, 88′ Stoian.