Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: il punto sulla ventisettesima giornata

Calcio, Serie B: il punto sulla ventisettesima giornata

serieblogodi Antonio Modafferi – Torna a disputarsi quasi interamente la serie Bwin, nonostante l’ondata di maltempo che persiste un pò su tutta Italia e che costringe al rinvio due partite (Modena-Padova e Pescara-Juve Stabia). Dalla ventisettesima giornata emerge, recuperi a parte, un campionato a due velocità: le prime vincono, le ultime perdono.



Adesso in testa alla classifica troviamo una coppia, quella formata da Torino e Sassuolo, appaiate a quota 53.
I granata battono davanti al pubblico amico la Nocerina (18 punti), fanalino di coda, e si riappropria della vetta della classifica. Ai piemontesi basta il primo tempo e scampoli del secondo per avere la meglio sui molossi, per gli uomini di Ventura vanno a segno D’Ambrosio, Vives e Stevanovic, Castaldo rende meno amaro il passivo alla truppa di mister Auteri.

I neroverdi emiliani invece, in uno dei due lunch match della domenica, sbancano il “San Nicola” di Bari (36 punti). La compagine di mister Pea mettela freccia già al 9′ per merito del difensore Terranova, quindi raddoppiano dopo l’intervallo con il bomber Sansone, implacabile dal dischetto, che sale così a quota sedici realiazzazioni stagionali. I galletti reagiscono immediatamente e accorciano le distanze grazie al difensore Borghese, ma il Sassuolo teine botta e vince.

Torna alla vittoria il Verona (51 punti), che supera tra le mura amiche l’Ascoli (22 punti). Gli scaligeri sprintano nella ripresa grazie a due centrocampisti: prima l’islandese Hallfredsson, al rientro dopo un infortunio, porta in vantaggio i suoi, quindi allo scadere il greco Tachtsidis mette al sicuro il punteggio.

Prosegue la striscia positiva del Varese (44 punti), che coglie il suo terzo successo consecutivo ai danni del sempre pericolante Gubbio (23 punti). Ai ragazzi di mister Maran è sufficiente la rete del neo arrivato Rivas, prelevato dal Bari, dopo soli sei giri di lancette per stendere gli eugubini di Simoni e mantenere la sesta posizione.

E adesso passiamo alle squadre che ambiscono ad inseririsi nella griglia per gli spareggi promozione, anch’esse tutte vincenti.

Sorride la Reggina (39 punti), che batte un Empoli (23 punti) che proprio non riesce a tirarsi fuori dalle secche della bassa classifica nonostante i nuovi arrivi. Amaranto avanti di tre reti grazie alle marcature di Campagnacci ad inizio partita, Nicolas Viola su rigore in avvio di secondo tempo e Ceravolo, da pochi secondi in campo, poi la formazione di Gregucci si rilassa troppo e subisce il ritorno degli azzurri, a segno con Tavano e Dumitru. La sconfitta di Reggio Calabria è fatale al tecnico dei toscani Guido Carboni, che è stato infatti esonerato; al suo posto richiamato Alfredo Aglietti.

Prosegue spedita la marcia del Brescia (38 punti) dopo l’en plein esterno sul difficile terreno del Cittadella (34 punti). Man of the match è sicuramente il brasiliano Jonathas, che con un goal per tempo indirizza la gara a favore delle rondinelle che con Calori sono tornate a volare alto.

Bene anche la Sampdoria (37 punti), che sfata il tabù “Marassi”, dove torna a vincere dopo un digiuno di due mesi e mezzo a spese dell’Albinoleffe (23 punti). I blucerchiati infatti si impongono di misura sui seriani e devono ringraziare l’attaccante Nicola Pozzi, che al 25′ sigla il definitivo 1-0.

Scalando di posizioni, un punto a testa per Crotone (27 punti) e Grosseto (34 punti). Allo “Scida” i maremmani passano all’11’ con Mancino, poi l’incontro si accende nel finale. I pitagorici impattano all’84’ con il carioca Caetano, ma solo temporaneamente, perchè tre minuti più tardi i ragazzi di Ugolotti si riportano in vantaggio con il subentrato Curiale, tuttavia al 94′ i rossoblù riacciuffano il pari per merito della precisa punizione di Florenzi, giovane centrocampista scuola Roma che si sta mettendo in mostra durante questa stagione in riva allo Ionio.

Parità anche tra Livorno (30 punti) e Vicenza (28 punti). Al “Picchi”, nell’altro incontro disputato domenica all’ora di pranzo, le emozioni arrivano nel secondo tempo: vantaggio dei biancorossi opera del neo acquisto Pinardi al 51′, i labronici rispondono a meno di un quarto d’ora con Dionisi.