Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Gubbio, le parole dei protagonisti

Calcio – Reggina-Gubbio, le parole dei protagonisti

LUIGI SIMONI (Allenatore Gubbio)
“La Reggina ha giocato molto bene. E’ partita molto vivace, ha fatto gol subito. La partita è andata così, penso che il risultato sia giusto  e noi dobbiamo ripartire. Siamo stati un pò sorpresi dal loro inizio, forse abbiamo avuto la sensazione che loro potessero essere un pò frenati come era accaduto nelle ultime uscite. Ho visto la Reggina sicura anche dietro, cosa che non era accaduta negli ultimi tempi. Ultimamente avevamo giocato molto meglio di oggi, dobbiamo pensare di ritornare subito ad esprimerci con continuità. Donnarumma? Se lui si lamenta in occasione del tre a zero vuol dire che qualcosa è successo, considerato che non è uno che protesta mai.  Sono andato a richiamarlo perchè non sarebbe stato saggio prendere tre giornate di classifica, ormai era andata e penso che l’episodio non abbia influito sull’esito della partita”.

SIMONE BENEDETTI (Difensore Gubbio)
“Sono partiti subito forte, abbiamo un pò sofferto le loro individualità sugli esterni. Non abbiamo sfruttato le occasioni che abbiamo avuto, purtroppo fuori casa non riusciamo ad avre lo stesso rendimento interno pur avendo buone qualità”.

ANGELO GREGUCCI (Allenatore Reggina)
“Come fisionomia abbiamo un leone in cima, il capitano, e poi una serie di assaltatori che devono avere velocità. Il primo tempo è stato discretamente buono, il secondo tempo un pò meno.  Inizialmente recuperavamo la palla e la facevamo scorrere bene, nel secondo tempo non c’erano più le opzioni corrette e abbiamo rischiato due o tre volte di prendere un contropiede in campo aperto. Tutto sommato è stata una prova positiva.   Oggi potevamo soltanto vincere. Il campionato propone cinque squadre che hanno creato un solco, noi dobbiamo lottare per un posticino nei playoff. Abbiamo preso un gol evitabile, la barriera doveva essere più solida. Sono moderatamente soddisfatto. Il mercato? Ho bisogno di un pò di tregua per poter dare un giudizio, si è chiuso alle 19. Sono arrivati dei ragazzi dalla Lega Pro, se c’avranno fame qui c’è il pane.  Ragusa? Ha patrimonio per coprire tutta la fascia, deve migliorare il rapporto con la porta, un rapporto un pò isterico in questo momento.  Oggi ho scelto un esterno come Antonino. non da 3-5-2 dovendo affrontare una difesa bloccata, ma è chiaro che non è quella la sua posizione in certe partite.  Non era facile contro il Gubbio, che negli ultimi tempi ha fatto bene, poi è guidato da una persona splendida come Gigi Simoni, un maestro per noi altri allenatori.  A Pescara? Prende tutti a pallate in casa, non sarà facile ma riuscire a passare da quel buco stretto potrebbe darci morale”.

GIANLUCA FREDDI (Difensore Reggina)
“Sono soddisfatto non tanto per la prestazione personale, quanto per il risultato.  E’ normale che giocare due giorni dopo una gara impegnativa come quella di Grosseto ci si possa difendere un pò più bassi nella parte finale della gara, bisogna migliorare. Oggi stavo bene e spero di continuare a migliorare partita dopo partita.  La cosa che conta sono i tre punti e oggi abbiamo centrato l’obiettivo.  Fallo sul gol? Non so, ho solo visto la palla che arrivava e l’ho spinta in rete. Troppe ammonizioni? Facendo il difensore può capitare, oggi è arrivata per evitare un possibile contropiede. Il Pescara? Speriamo di fermare questa squadra che sembra imbattibile”.