Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Reggina: per Gregucci esordio con un pari (3-3)

Calcio, Reggina: per Gregucci esordio con un pari (3-3)

braglia_stadiodi Pasquale De Marte – Cambia la guida tecnica, non il trend di risultati per la Reggina che pareggia ancora, questa volta a Modena, riconquistando, però, il sesto posto assoluto in classifica, grazie alla contemporanea sconfitta del Varese.

Il pirotecnico tre a tre del “Braglia” è destinato a non accontentare nessuno in casa amaranto, perchè, pur essendo arrivato in pieno recupero, è maturato dopo essersi trovati in vantaggio e in superiorità numerica per tutto il secondo tempo, come se non bastassero gli errori difensivi nei tre gol concessi ai padroni di casa.

Gregucci non rivoluziona molto della squadra lasciatagli in eredità da Breda.   Mantenuta la difesa a tre, la principale novità tattica è rappresentata dal tridente d’attacco, guidato da  capitan Bonazzoli.

Campagnacci forma la catena di sinistra con Rizzato, sulla destra con Ceravolo agisce Colombo.  E’ proprio attraverso le corsie esterne e le intuizioni di Nicolas Viola che gli ospiti provano a costruire le loro azioni da gol.

La Reggina del nuovo corso è ancora in fase embrionale, ma un primo  giudizio porterebbe a evidenziare come possa sembrare evidente una certa inversione di tendenza. La pressione sul portatore di palla avversario avviene in zone più avanzate del campo e accade, come in occasione del vantaggio modenese, che ci si trovi scoperti sulla fascia sinistra perchè si è attaccato con più effettivi rispetto a quanto non accadese in precedenza, specie negli ultimi tempi.

Gli spazi diventano terreno fertile perchè  l’ex di turno Nardini, cittadino onorario di Reggio come tutti gli eroi del 2007, possa scattare fino a crossare per Ardemagni. I tempi dell’anticipo sono quelli giusti, il tocco è però sfortunato e diventa una conclusione imparabile.  L’autogol arriva al 6′, ma per il nigeriano non è che il prologo di un pessimo pomeriggio calcistico che finisce neanche dieci minuti dopo, quando un infortunio muscolare lo costringe a dare forfait e viene sostituito da Antonio Marino.

E’ una perla di Nicolas Viola a riportare il match sui binari dell’equilibrio: Ceravolo esce bene, palla al piede, da una gabbia di maglie gialloblù e scarica sul centrocampista, il cui esterno sinistro, dal limite dell’area, disegna una parabola meravigliosa che si insacca imparabilmente pocco sotto l’incrocio dei pali al tredicesimo minuto.

L’altro talento mancino della gara, Davide Di Gennaro, poco dopo, prova a riportare i suoi avanti involandosi sull’out di sinistra dopo l’ottimo lancio di Ardemagni, la sua velocità è irresistibile per la retroguardia amaranto, ma davanti a Pietro Marino coglie il secondo palo.

Nel finale di tempo Campagnacci, su servizio di Rizzato, compie un gran movimento sul piede perno a pochi metri dalla porta, la sua conclusione  viene deviata.

L’intraprendenza degli amaranto viene premiata in avvio di ripresa: Perna trattiene Bonazzoli in area mentre sta spiovendo un traversone di Emerson su calcio piazzato, l’arbitro Giancola fischia il rigore che Ceravolo trasforma.

La strada sembra in discesa per la Reggina, ma tra il 61′ e il 69′ il Modena, in dieci contro undici, ribalta la situazione: Di Gennaro premia il taglio di Stanco con un lancio di quaranta metri, la girata di prima intenzione del centravanti è vincente, poi Carini, sfrutta un’incertezza di Marino in uscita, per siglare il gol del vantaggio sugli sviluppi di un corner.

Gregucci inserisce Ragusa come quarta punta, mentre il Modena resta in nove per la doppia ammonizione di Signori.

Il pareggio della Reggina arriva, ma solo in pieno recupero.  Rizzo si incunea in area, catalizzando l’attenzione di quasi tutta la retroguardia emiliana, si apre lo spazio per D’Alessandro che riceve il pallone in area e trova il tap in vincente per il tre a tre finale.

 

MODENA-REGGINA 3-3, IL TABELLINO
MODENA (4-3-1-2): Guardalben; Milani, Carini, Perna, Rullo (51′ Bassoli); Nardini, Petre, Signori; Di Gennaro (84′ Dalla Bona); Stanco, Ardemagni (80′ Diagouraga). A disposizione: Fortunato,  Trombetta, Ricchi, Ansaloni. All. Cuttone.
REGGINA (3-4-3): P. Marino; Adejo (15′ A.Marino), Emerson, Cosenza (75′ Ragusa); Colombo (69′ D’Alessandro), Rizzo, N. Viola, Rizzato; Campagnacci, Ceravolo, Bonazzoli. A disposizione: Kovacsik, Barillà, De Rose,  A. Viola. All.Gregucci.
Arbitro: Giancola.
Marcatori: 6′ autorete Adejo (M),  13′ N.Viola (R), 55′  Ceravolo (R), 61′ Stanco (M), 69′ Carini (M), 93′ D’Alessandro (R)
Ammoniti: Ardemagni, Ceravolo, Bonazzoli, Rullo, N.Viola, Emerson, Signori.
Espulsi: Perna, Signori.