Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: per Belardi è derby Giacchetta-Iacopino

Calcio: per Belardi è derby Giacchetta-Iacopino

di Pasquale De Marte – E’ tutt’altro che lontana l’ipotesi di un ritorno a Reggio di uno dei “figli del S.Agata”.

La trattativa tra la Reggina ed Emanuele Belardi è veramente ad un passo dalla positiva conclusione. Dal 4 gennaio il 34enne portiere di Eboli (dove si trova adesso) è ufficialmente proprietario del proprio destino, avendo rescisso consensualmente il contratto che lo legava da tre anni e mezzo all’Udinese, con una congrua buonuscita.

Questo dettaglio rende ulteriormente percorribile per gli amaranto la pista che porta al portiere che (una volta da secondo di Orlandoni ed un’altra da primo portiere) ha firmato entrambe le promozioni in serie A della Reggina e che ha già manifestato il proprio assoluto gradimento rispetto ad una piazza che lo ha visto nascere e crescere come calciatore e verso una società che, secondo le intenzioni manifestategli dai dirigenti, vuol provare fino alla fine a piazzare la zampata verso la serie A.

Le richieste, da parte di altre squadre, però, non mancano: scartate Fiorentina (che gli ha proposto il ruolo di secondo, a Belardi non gradito visto che ha manifestato l’intenzione di giocare fino al termine della stagione 2012/2013 e poi smettere), Grosseto e Nocerina (che pure gli aveva formulato una offerta più che allettante sul piano economico e che si è comunque cautelata bloccando proprio l’estremo amaranto Kovacik), al momento il competitor più fastidioso che separa i destini della società amaranto da quelli del portiere che il prossimo 16 febbraio discuterà la tesi per la laurea in scienze motorie, è il Modena di Franco Iacopino.

Proprio l’ex dirigente amaranto sta spingendo la società gialloblu a chiudere la trattativa con una offerta “irrinunciabile”.

In casa amaranto, visti i rapporti che legano Belardi a Foti e Giacchetta (col quale c’è già stato più di un contatto) la strada parrebbe in discesa, ma la Reggina ha la necessità, prima di muovere qualunque cosa in entrata, di sfoltire la rosa che al momento è composta da 27 elementi.

Tra i partenti – probabilmente in prestito – ci sarà certamente uno dei due portieri, nei piani di Foti  Pietro Marino, autore di un buon avvio di stagione e richiesto da diversi club del campionato cadetto, ma più probabilmente Kovacsik, e solo dopo potrà chiudersi l’affare Belardi, e comunque successivamente al 6 gennaio.

Se, però, “piazzare” uno dei due portieri dovesse risultare operazione lunga, allora la Reggina potrebbe anche arrivare tardi sull’obiettivo.

La Befana ce ne dirà di più…