Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: la Reggina non inverte la rotta, 1-1 con il Sassuolo

Calcio: la Reggina non inverte la rotta, 1-1 con il Sassuolo

esultanzaregginasottolacurvaadi Pasquale De Marte – Solo un pari. E’ quanto la Reggina riesce ad ottenere contro il Sassuolo, un punto che, arrivando contro una diretta concorrente, in altre circostanze sarebbe stato anche positivo, ma che, in questo momento, rappresenta l’ulteriore certificazione del momento non positivo degli amaranto.

Breda, contro gli emiliani e  dopo una settimana in cui  come mai prima d’ora è sembrato esser messo in discussione, sceglie di rispolverare il vecchio 3-5-2.  Coppia d’attacco composta da Campagnacci e, a sorpresa, Alessio Viola.

Nella prima parte della gara la Reggina riesce ad andare pericolosamente sul fondo in un paio di circostanze con Rizzato, sulla falsariga di quanto avveniva con costanza nelle prime partite del campionato.

Ad alterare l’equilibrio di una partita dai ritmi non altissimi e accesa solo da qualche buona combinazione degli amaranto è un bolide di Emerson al 17′. Dopo una respinta della difesa neroverde, il sinistro del brasiliano arriva dai trenta metri e si insacca nell’angolino della porta difesa da Pomini.

La solidità della squadra di Pea è indiscutibile,ma è anche vero che la reazione al gol subito non è certo prorompente.  I padroni di casa non incantano di certo, ma avrebbero anche l’opportunità per trovare il raddoppio: il cross di Campagnacci trova Antonio Marino sul secondo palo, ma il colpo di testa dell’ex difensore dell’Ascoli non è preciso.

Al 35′ il Sassuolo, con il minimo sforzo, trova il pari, dopo che Massa giudica da rigore una trattenuta di Cosenza in area. La trasformazione del penalty è di Sansone.

I secondi quarantacinque minuti, almeno nella loro parte, propongono una Reggina subito pericolosa con Campagnacci, la cui conclusione a giro viene deviata fuori dallo specchio dal portiere avversario.

Il Sassuolo risponde subito. In cabina di regia la qualità di capitan Magnanelli è una garanzia, è proprio lui a rifinire per Longhi che, libero e  da  posizione defilata, non trova la misura per superare Pietro Marino. Pochi minuti e si replica: ottima percussione di Laverone sul settore di destra e tocco all’indietro per Masucci, il cui destro, quasi a botta sicura, viene intercettato da Emerson.

Breda inserisce De Rose e Ragusa. Sono proprio loro ad avere l’opportunità per riportare in vantaggio la Reggina: l’attaccante, servito da Missiroli, vede il suo tiro , deviato da Consolini, sbattere sul palo, poi il centrocampista non riesce a trovare i tempi giusti per il tap in vincente.

I fischi del pubblico, prima per la sostituzione di Missiroli e poi  per il risultato finale, rappresentano gli amari titoli di coda per la prestazione incolore della squadra di casa e  del 2011 calcistico amaranto.

 

REGGINA-SASSUOLO 1-1, IL TABELLINO
REGGINA (3-5-2)
: P.Marino; Cosenza, Emerson,A.Marino; D’Alessandro, Rizzo, Castiglia (59′ De Rose), Missiroli (80′ Ceravolo), Rizzato; A.Viola (59′ Ragusa), Campagnacci. A disp: Kovacsik, Bini, Barillà, N.Viola. All.Breda
SASSUOLO (3-5-2): Pomini; Consolini, Piccioni, Bianco; Laverone, Magnaelli, Cofie (65′ Marchi)),Bianchi, Longhi ;Sansone (92′ Donazzan), Boakye (46′ Masucci). A disp:  Bassi,, Bruno, Benedetti, Cappelletti. All. Pea
Marcatori: 17′ Emerson (R), 35′ Sansone (S)
Ammoniti: Cofie, Cosenza, Magnanelli, Boakye, Sansone, Bianchi.
Recupero: 2′ e 4′.
Note: 331 spettatori paganti, 3872 spettatori abbonati.  4500 euro di incasso biglietto, 23589  euro di quota abbonati.