Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – H.Verona-Reggina, le parole dei protagonisti

Calcio – H.Verona-Reggina, le parole dei protagonisti

reggina_logoFOTI (Presidente Reggina)
“Nel primo tempo siamo stati leziosi e poco concreti.  Non si può giocare senza la determinazione necessaria, oppure ritengo che qualsiasi squadra sia nelle condizioni di metterci in difficoltà. Siamo noi i responsabili di questa sconfitta, bisogna prendere coscienza della situazione e cambiare registro.  Sentirsi belli o sentirsi bravi non rappresenta la strada giusta. Non abbiamo molta stima per l’arbitro di oggi, basti pensare ai soli due minuti recupero concessi nel secondo tempo. Ma al di là di questo, bisogna prima farci un esame di coscienza “.

ADEJO (Difensore Reggina)
“Non possiamo prendere gol in quel modo. Non siamo in un momento brillante, l’importante è non mollare e continuare a lavorare, come abbiamo sempre fatto. Hallfredsson? Me lo ricordo sin da quando era a Reggio, non siamo riusciti a limitarlo.  Contro la Samp dobbiamo tornare ad essere la vera Reggina”.

CAMPAGNACCI (Attaccante Reggina)
“Il risultato più giusto sarebbe stato lo zero o l’uno a uno. Non abbiamo fatto un buon primo tempo, nella ripresa abbiamo cambiato qualcosina e si è visto. Purtroppo è andata male, speriamo di rifarci contro la Sampdoria. Mi è mancato tantissimo il campo in questo mese e mezzo in cui  sono stato fuori per infortunio”.

BREDA (Allenatore Reggina)
“Loro hanno fatto meglio nel primo tempo, il gol nasce da un errore. Nel secondo tempo siamo stati più aggressivi, ma non siamo riusciti a segnare. Non ho visto tanti tiri in porta da parte del Verona, ma alla fine conta chi vince. Anche noi abbiamo creato, nella ripresa, delle situazioni in cui potevamo far gol.  C’è una squadra viva che ha sempre voglia di portare a casa dei punti. Gli episodi, oggi, sono stati decisivi.”.

HALLFREDSSON (Centrocampista H.Verona)
“Abbiamo fatto bene nel primo tempo, poi nella ripersa è andata un pò in modo diverso, ma sono contento che sia arrivata la vittoria. In questo momento non pensiamo alla possibilità di andare in serie A, dobbiamo pensare a una partita alla volta.  A Reggio sono stato benissimo i primi tre mesi, poi purtroppo non ho giocato più.  Sono andato via solo perchè avevo la necessità di giocare. Qui a Verona sento la fiducia dell’alleantore e gioco sempre. Penso che la Reggina possa andare tranquillamente ai playoff, ha giocatori di qualità come Missiroli e Bonazzoli.  che la possono portare fino al traguardo”.

RAFAEL (Portiere H.Verona)
“Ci teniamo molto a far bene in questo campionato.  Dopo aver creato tante palle gol nel primo tempo, nella ripresa abbiamo perso il ritmo. Non era facile contro una Reggina che penso andrà ai playoff.  Questo è un campionato molto difficile, il nostro è un ambiente fantastico, sono qui da cinque anni, sin da quando eravamo in C.  Oggi riusciamo ad avere maggiore visibilità e i meriti sono di tutti i ragazzi che danno sempre il massimo”.

MANDORLINI (Allenatore H.Verona)
“La Reggina ha dei valori tecnici importanti, un bravo allenatore di cui ho molta stima. Nella ripresa ho avuto paura che potessero trovare il pareggio, mentre nel primo tempo abbiamo fatto molto meglio.  Prima della partita avevo grande fiducia, ma dopo un’ora fatta bene abbiamo iniziato a rischiare un pò troppo. Portiamo a casa questa vittoria con bravura e fortuna.

Fonte: Radio Touring 104