Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – H.Verona – Reggina: le pagelle di Strill.it

Calcio – H.Verona – Reggina: le pagelle di Strill.it

reggina_logoP.MARINO 6 – Il Verona non tira mai nello specchio della porta, il suo compito è limitato all’ordinaria amministrazione.

ADEJO 6  – In occasione del gol veronese rimane a metà strada tra il primo palo e Pichlmann. E’ l’unica incertezza, visto che in altre circostanze, soprattutto quando il Verona riparte nella ripresa, è lui a usare la sua velocità per chiudere gli spazi.

EMERSON 6 Nell’azione che porta al gol dell’uno a zero  veronese si fa saltare da Gomez.  Come per Adejo si tratta dell’unico svarione in una prova globalmente positiva.

A.MARINO 5,5 – Gioca solo i primi quarantacinque minuti.  Si immola per intercettare una pericolosa conclusione di Pichlmann , poi si fa prendere in controtempo da Gomez prima del gol gialloblù. .

(dal 46′ CERAVOLO 6 –  Parte da sinistra e si rende subito pericoloso appena dopo il suo ingresso in campo).

D’ALESSANDRO 5,5 – Dalle sue parti si defila spesso Hallfredsson e sale Scaglia. L’islandese è in gran giornata, fermarlo diventa difficile.  Nel secondo tempo gioca da quarto a destra in difesa e l’impressione è che quella possa essere la sua collocazione migliore.

RIZZO 5,5 – Si trova a coprire grandi porzioni di cambo, dovendo controllare la zona centrale e dovendo aiutare D’Alessandro, quando Ragusa è troppo lontano per farlo.  Nel complesso il centrocampo veronese sembra avere la meglio su quello amaranto.

N.VIOLA 5 –  Non entra in partita, sbaglia molti palloni e spesso si fa rimontare dai centrocampisti avversari.

MISSIROLI  5,5 – Inizia la gara sul centrosinistra, con il passare dei minuti va a cercare spazi in altre zone del campo.  Le combinazioni più interessanti sono quelle con Rizzato. Spesso è nel vivo del gioco, ma manca lucidità e precisione nelle giocate.

RIZZATO  6- Spinge con discreta continuità sulla sinistra, in alcune fasi prova anche a portare alto il pressing nel primo tempo e, nell’economia del gioco della squadra, è un evento. Nel secondo tempo gioca da quarto a sinistra e innesca l’azione che porta all’occasione di Ceravolo.

RAGUSA  5,5 –  Si sacrifica spesso in copertura, in attacco non trova mai uno dei suoi spunti.
(dal 70′ CAMPAGNACCI 6  – Va in campo dopo un mese e mezzo, non ostante tutto offre buoni spunti e grande vivacità, andando vicino al gol del pareggio nel finale con un palo esterno)

BONAZZOLI 5,5 – Isolato nella prima frazione, nella ripresa la squadra gioca più vicina a lui e anche lui entra nel vivo del gioco.

BREDA 5 – Inguardabile il primo tempo degli amaranto, il cambio tattico nella ripresa sembra sortire gli effetti sperati, ma non fa che aumentare i dubbi sul perchè si perserveri in scelte tattiche che nell’ultimo periodo stanno facendo nascere diversi punti interrogativi.