Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Brescia-Reggina, le pagelle di Strill.it

Calcio – Brescia-Reggina, le pagelle di Strill.it

KOVACSIK 8 -I dkovacsikue rigori parati  sono il corredo di una prestazione di assoluto livello in cui mette  in mostra grande sicurezza.

ADEJO 7 – E’ un muro invalicabile che gli attaccanti bresciani non riescono a superare.

EMERSON 6,5 – Va fuori tempo in occasione del primo rigore concesso a Brescia, poi si riscatta innescando l’azione che porta Ragusa a guadagnarsi quello accordato agli amaranto.

A. MARINO 6,5 – Un paio di errori di interpretazioni in alcune fasi di gioco, continua a inanellare prestazioni che si rivelano positive.

COLOMBO 6,5 – Sfortunato protagonista in occasione del secondo rigore concesso al Brescia, poco dopo offre un grande assist a Ragusa.

CASTIGLIA 6,5 – Confermato dopo la buona prova contro il Varese, si dedica principalmente alla fase di non possesso, visto che la cabina di regia è affidata a Nicolas Viola.

N. VIOLA 7 –  Il due a zero della Reggina porta la sua firma ed è un lampo di classe assoluta.

MISSIROLI 6,5 – La notizia è che oggi non va sulla copertina del successo della Reggina.   Si rende prezioso in copertura, un lavoro di sacrificio utilissimo per la squadra ma che forse lo rende poco presente nelle fasi cruciali del gioco offensivo.

RIZZATO 6 –  Da un paio di partite viene sollecitato poco dalla squadra in proiezione offensiva, nonostante questo la sua prestazione è resa positiva da un buon lavoro in fase difensiva.

RAGUSA  7,5 – Si guadagna il rigore dell’uno a zero e segna il tris. Impressionante la continuità con cui riesce ad essere decisivo negli ultimi tempi. E’ un ‘classe ’90 con le qualità giuste per avere una grandissima carriera.

CERAVOLO  7 – Trasforma con freddezza e precisione il rigore che mette in discesa la gara per la Reggina.

DE ROSE 6.5 – Entra in campo nel secondo tempo e si cala subito nella gara con la mentalità giusta.

BONAZZOLI S.V.

BARILLA’ S.V.

BREDA 7 – Se hai dei “contropiedisti” formidabili come Ceravolo e Ragusa, non affidarsi alle ripartenze sarebbe una scelta sbagliata. Dopo la vittoria a Livorno, la strategia si conferma vincente.  Il miglior riscontro per la bontà del lavoro di Breda è sicuramente la classifica.