Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, Missiroli in chat : “Quella partita contro l’Hellas Verona…”

Calcio – Reggina, Missiroli in chat : “Quella partita contro l’Hellas Verona…”

missiroli2010Simone Missiroli è, per la Reggina, l’uomo del momento.  Autentico trascinatore degli amaranto, il centrocampista ha soprattutto il privilegio e il merito di essere cresciuto e di giocare per la squadra della sua città.

Attraverso un incontro virtuale organizzato dall’ufficio stampa della società sul sito ufficiale Regginacalcio.com Missiroli ha potuto raccogliere tanti consensi dai tifosi che hanno interagito in modo diretto con lui.
“Dopo l’esperienza in serie A a Cagliari, tornare a casa non è sicuramente un dispiacere. Giocare nella Reggina rappresenta per me una sensazione speciale perchè sono reggino, sono cresciuto  nel settore giovanile amaranto e non credo che un’altra maglia me la possa dare. Andare in A con questa maglia sarebbe il massimo. In questo campionato dipende tutto da noi, anche se le favorite sono Torino, Sampdoria e Padova. Il campionato di serie B è imprevedibile, non è possibile fare pronostici e bisogna sempre stare sul pezzo”.
Parole sentite quelle del calciatore di Breda, che poi su precisa domanda descrive le sue caratteristiche tecniche: “Mi piace giocare mezz’ala in un centrocampo a tre, cercare gli spazzi per ricevere la palla anche agendo in un tridente offensivo.
Tante le curiosità svelate dal calciatore. “Ho scelto il numero 70 perchè la prima volta avrei voluto prendere il 7, siccome era occupato ho semplicemente aggiunto uno zero”.
Niente da fare, invece, per ciò che riguarda la sua gestualità dopo un gol: “E’ un’esultanza che coinvolge anche i ragazzi non convocati che stanno in tribuna, non posso rivelarne il motivo”.
I tifosi temono di perderlo già nel mercato di gennaio quando il suo acquisto potrebbe fare gola a diverse squadre di massima serie, lui però è abbastanza diplomatico: “Gennaio è ancora lontano e non posso prevedere il futuro”.
“Quale partita non vedo l’ora di giocare ? Quella con l’Hellas Verona, nel 2001 quando fummo beffati da Cossato facevo il raccattapale a bordo campo, dobbiamo riscattare quello spareggio perso”.  Una ferita ancora aperta per i tifosi della Reggina, anche per Missiroli, uno che ha il Dna amaranto.