Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: la storia di Reggina-Varese

Calcio, serie B: la storia di Reggina-Varese

reggina_logoDopo la vittoria di Livorno e il terzo risultato utile consecutivo, la Reggina è decisa a continuare la sua marcia anche contro il Varese al “Granillo” nell’undicesimo turno del campionato di serie Bwin. I biancorossi lombardi, dopo l’arrivo del tecnico Maran al posto dell’esonerato Benito Carbone, hanno inanellato una serie di tre vittorie di fila, l’ultima in casa a spese del quotato Padova (3-0), che ha consentito un bel salto in classifica, 15 punti, portandosi a ridosso della zona play off .

I precedenti tra Reggina e Varese sono 5, tutti disputati nel campionato cadetto, 4 dei quali giocati a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta. Il bilancio parla di un successo per gli amaranto e quattro pareggi, i varesini non sono quindi mai riusciti a vincere a Reggio Calabria.

Il primo incrocio risale alla stagione 1966/1967 e la Reggina guidata da Tommaso Maestrelli raccoglie un pareggio, 1-1, contro il Varese che a fine stagione approderà in serie A in virtù della seconda piazza acquisita in classifica. Accade tutto nel primo tempo: vantaggio amaranto firmato da Camozzi dopo otto minuti di gioco, gli ospiti trovano il pari al 45’ grazie a Cipollato.

Le due squadre si ritrovano opposte nel campionato 1969/1970, quando gli amaranto di mister Galbiati, al quattordicesimo turno del girone di andata, costringono gli ospiti alla sconfitta, un 1-0 che porta la firma risolutrice dell’attaccante Luigino Vallongo al 68’, uno stop che comunque non comprometterà, a fine campionato, il ritorno del Varese nella massima serie. E’ questa l’unica vittoria della Reggina ai danni della squadra lombarda.

Dopo qualche stagione di pausa, il confronto con i biancorossi torna nell’annata 1972/1973 e la Reggina di Guido Mazzetti deve accontentarsi di un pareggio senza reti. Il risultato si ripete anche nella stagione successiva che si concluderà con il mesto ritorno degli amaranto in serie C dopo nove campionati di fila in cadetteria, mentre i varesini centrano il primo posto e la promozione in A.

Ben più recente l’ultimo precedente, risalente allo scorso campionato, quando la sfida tra Reggina e Varese torna a disputarsi a 37 anni di distanza dall’ultimo incontro. Si gioca, alle ore 12:30, la quartultima giornata tra due squadre che viaggiano in piena zona play off. Le emozioni arrivano nella ripresa: il Varese di Sannino passa in vantaggio al 54’ quando Ebagua raccoglie un suggerimento di un compagno e, dentro l’area, aggira Cosenza e fulmina Puggioni. Gli uomini di Atzori, in dieci dal 37’ per l’espulsione di Adejo, non paiono in giornata di grazia ma, quando ormai il pranzo sembra destinato ad andare di traverso, riescono a raggiungere il pareggio per merito di Francesco Zizzari, in campo da sette minuti, che all’84’, assistito da Bonazzoli, sigla il suo unico goal in campionato, visto che l’attaccante ora al Siracusa aveva segnato soltanto in Coppa Italia contro l’Alessandria.

Non ci sono ex, né da una parte né dall’altra. Non è un ex, ma ci va vicino il difensore del Varese Giuseppe Figliomeni, nativo infatti di Siderno. Classe ’87, è figlio del tecnico, nonché ex calciatore, Tonino Figliomeni, molto conosciuto a livello dilettantistico calabrese (attualmente è l’allenatore del Roccella), è cresciuto nel settore giovanile del Crotone, squadra con la quale ha esordito in B, e vanta anche un esperienza nella Primavera dell’Inter, con cui ha vinto lo scudetto di categoria nel 2007.

Antonio Modafferi