Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Livorno-Reggina, le parole dei protagonisti. Novellino: “Livorno derubato”

Calcio – Livorno-Reggina, le parole dei protagonisti. Novellino: “Livorno derubato”

reggina_logoFOTI ( Presidente  Reggina)
“Era un risultato che avremo grandito, qualche errore del Livorno nel primo tempo ci ha agevolato prima che noi venissimo fuori con autorità.  La squadra necessita di questi risultati per credere di più in se stessa.  Oggi mi trovavo in albergo con i ragazzi, tra loro su diciannove undici rappresentante sono espressione del Sant’Agata.  Poche società contano su undici giocatori che provengono dal loro settore giovanile e questo vuol dire che  a Reggio si lavora bene alla base. Abbiamo commesso qualche errore nel primo tempo, perchè siamo entrati in campo un pò impauriti  e questo deve farci riflettere per migliorare questi errori e crescere. Oggi Marino e Missiroli ci hanno guidati a una vittoria che, su questo campo, non arrivava da oltre quaranta anni”.

N. VIOLA (Centrocampista Reggina)
“Non siamo partiti col piglio giusto, anche per merito del Livorno. Nel secondo tempo con le ripartenze abbiamo fatto bene, giocando la partita che avremmo dovuto fare. Nel primo tempo ci pressavano alti, giocavano in casa e avevano voglia di vincere.  Sto bene, è la terza partita consecutiva che faccio,ma  non sono ancora al cento per cento”.

BARILLA’ (Centrocampista Reggina)
“Peccato per non aver fatto gol, ma in zona gol sono arrivato un pò stanco. Quello che contava era comunque riuscire a conquistare i tre punti. Il mister mi ha chiesto di stare sul loro centrocampista che giocava di più la palla, quindi dovevo muovermi tanto sia in fase di possesso che in fase di non possesso. Il Livorno è partito forte come ci aspettavamo, Pietro Marino è stato bravo e, forse, rispetto ad Empoli siamo stati un pò più fortunati negli episodi. Nella ripresa siamo riusciti a trovare la profondità per  i nostri attaccanti grazie a Missiroli che ha offerto due assist. Siamo una squadra giovane, lavoriamo sugli errori e per migliorare.  A volte il risultato va male, l’importante è uscire dal campo a testa alta e lottare partita dopo partita. Siamo in ventisei, ci alleniamo tutti bene e l’importante è che chi giochi dia il cento per cento per la Reggina”.

BREDA (Allenatore REGGINA)
“Inizialmente un pò il vento che rallentava le giocate, un pò il giocare troppo in orizzontale non ci hanno consentito nel primo tempo di sfruttare le caratteristiche dei nostri attaccanti.  Nella ripresa siamo riusciti a far valere la grande qualità del nostro attacco. Sono contento per Pietro Marino, perchè al di là del rigore parato, ha grandi meriti in questa vittoria.  Siamo contenti di aver portato a casa un ottimo risultato in una partita difficile. L’inizio col freno a mano tirato? Tante occasioni che hanno avuto sono nate da nostri disimpegni sbagliati, non siamo stati bravi a trovare subito i giusti riferimento. Il nostro percorso è ancora lungo, c’è da lavorare sotto tutti i punti di vista. Siamo una squadra che non molla mai, che ha personalità e che ci crede. Missiroli? Sta interpretando questo campionato in maniera fantastica,  offre quantità e qualità. Adesso ci aspetta il Varese, una squadra tonica e non sarà facile.”.

NOVELLINO (Allenatore LIVORNO)
“Oggi abbiamo giocato la nostra migliore partita, alla fine abbiamo perso per due ripartenze subite. In tutto il primo tempo se finiva quattro a zero per noi non c’era niente da dire. Oggi il Livorno è stato derubato. Non parlo della Reggina perchè rispetto la Reggina. Missiroli?  Non credo sia di un altro pianeta, è un buon giocatore  che ha trovato un contropiede e ha fatto ciò che si richiede ad un centrocampista. Dire che sia stato lui a tagliare in due la gara mi sembra eccessivo”.

Fonte: Radio Touring 104