Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: Reggina sorpresa dalla Juve Stabia, inaspettato ko casalingo (1-2)

Calcio: Reggina sorpresa dalla Juve Stabia, inaspettato ko casalingo (1-2)

esultanzaregginasottolacurvaa

di Pasquale De Marte – Clamoroso tonfo casalingo della Reggina che, dopo quella di Empoli, subisce la seconda sconfitta consecutiva contro la Juve Stabia in una gara in cui gli amaranto non hanno certo brillato.  Una prova opaca, quella degli uomini di Breda, che hanno  visto mettersi sui binari giusti la gara grazie al gol di Missiroli, subendo poi l’incredibile rimonta della formazione di Braglia.

Che la Juve Stabia potesse rappresentare un ostacolo difficile da superare era un’eventualità considerabile per la Reggina.
Il primo tempo del match tra gli amaranto e le vespe campane non è esattamente uno spot per il calcio.
Tra uno sbadiglio e l’altro c’è lo spazio per accorgersi di come, quella ospite, sia una formazione scesa in campo al Granillo con grande personalità al cospetto di un più quotato avversario.
Anzi, la velocità degli attaccanti gialloblù, in special modo Sau e i due esterni alti del 4-4-2, spesso dà la sensazione di poter mettere in difficoltà i difensori amaranto  che hanno decisamente un altro passo.
Al di là delle situazioni pericolose create dagli ospiti, l’unico tiro in porta de primi quarantacinque minuti porta la firma di Emerson, che con un sinistro su punizione chiama Colombi ad una grande parata al 22′.
Sul piano del gioco regna l’equilibrio, ma ciò che si evidenzia maggiormente è l’incapacità degli amaranto a costruire gioco passando per il centrocampo, dato che la soluzione maggiormente efficace risulta essere la verticalizzazione delle retrovie per gli inserimenti di un Campagnacci in grande spolvero.
La Reggina ha più qualità rispetto alla Juve Stabia, non è un caso che basti una fiammata per spostare gli equilibri della gara.  In avvio di ripresa è proprio Campagnacci a vedere l’inserimento di Colombo sulla destra, dal lato corto dell’area di rigore l’esterno serve Missiroli che firma il gol dell’uno a zero.
Poco dopo, un gran tiro di De Rose sfiora l’incrocio dei pali, mentre è Kovacsik a negare al neoentrato Raimondi la gioia della rete con un buon ntervento in occasione di una conclusione dalla distanza.
La Reggina abbassa il baricentro.  Per arginare la spinta degli esterni campani il modulo dei padroni di casa si trasforma quasi in un  5-4-1, in cui Missiroli e Campagnacci difendono sulle avanzate dei terzini.
La scelta appare sbagliata in partenza,l’idea viene confermata dai fatti perchè al 70′ un’incursione di Sau, che sfrutta un lancio dalle retrovie per  entrare in area e trafiggere Kovacsik sul primo palo.
Gli amaranto provano a riportarsi in vantaggio, l’occasione più nitida è un destro di Rizzo che Colombi non trattiene e per poco non si insacca clamorosamente,  prima che l’estremo difensore torni sul pallone.
A tre minuti dal novantesimo, Raimondi ci riprova, ancora una volta dalla distanza. Questa volta pesca il jolly e piazza la palla in porta.
La Reggina, allo scadere, va vicina al pareggio con Adejo, la cui conclusione in mischia termina alta. Finisce così, con l’impresa della Juve Stabia e il primo ko casalingo stagionale per la squadra amaranto.

REGGINA- JUVE STABIA 1-2, IL TABELLINO

REGGINA (3-5-2): Kovacsik, Adejo, Emerson, A.Marino; Colombo (85′ D’Alessandro),  De Rose (76′ , Rizzo, Missiroli, Rizzato; Campagnacci (66′ Ceravolo), Bonazzoli. A disposizione: P.Marino, Bini, Barillà, N.Viola. Allenatore: Breda.

JUVE STABIA (4-4-2): Colombi;  Baldanzeddu, Mezavilla, Scognamiglio, Di Cuonzo;  Erpen, Cazzola, Scozzarella (58′ Danucci), Zito (55′ Raimondi); Sau, Danilevicius (76′ Davì). A disposizione: Seculin, Tarantino, Di Tacchio, Maury, Zaza. Allenatore: Braglia

Marcatori: 46′ Missiroli (R), 70′ Sau (J). 87′ Raimondi (J).

Arbitro: Palazzino.

Note: 653 spettatori paganti, 3836 spettatori abbonati.