Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, Emerson: “Contro il Pescara il nostro obiettivo è il sorpasso”

Calcio – Reggina, Emerson: “Contro il Pescara il nostro obiettivo è il sorpasso”

emerson_reggina_Emerson Ramos Borges,  difensore amaranto ospite della trasmissione televisiva di Reggio Tv Fuorigioco, ha dato il suo giudizio sull’avvio di stagione  della Reggina, in special modo sul pacchetto arretrato.

“In queste partite pur avendo fatto bene, abbiamo ampi margini di miglioramento. In difesa non possiamo permetterci di subire un gol a partita, contro il Grosseto abbiamo subito, ad esempio, il pareggio per un mio errore di posizionamento.  C’è la convinzione che si possa fare bene, penso che la vera Reggina sia stata quella vista contro il Modena”.

 

Tanti gli uomini offensivi a disposizione di Breda, tanto che il tecnico, secondo il centrale difensivo brasiliano, starebbe pensando al 4-3-3 in sostituzione del collaudato 3-5-2: “Il mister ha una mezza idea, ma noi dobbiamo aiutarlo con il lavoro ed il massimo impegno. Il nostro organico, comunque, ci permetterebbe di giocare in quel modo”.

Il 4-3-3 è soprattutto il modulo di Zeman, l’allenatore del Pescara, prossimo avversario degli amaranto: “Il suo modo di intendere il calcio è conosciuto, gli piace far divertire la gente con un gioco offensivo.  E’ bello affrontare le sue squadre, perchè ti rendi conto di questo.  Rispettiamo i biancazzurri, ma penso che ci manca poco per avere qualcosa in più di loro, visto che, battendoli, li superemmo in classifica.  Immobile?  Non ci fa paura, peggio per noi qualora la avessimo”.

Emerson, classe 1980, si gioca le sue carte in serie B per la prima volta: “Sono felice di giocare nella seconda divisione italiana, in un campionato che ti dà molta visibilità.  A 31 anni l’importante è dare il massimo contributo sposando la causa di una squadra. Sento di poter dare tanto alla Reggina, ho giocato in diversi ruoli e arretrando la mia posizione ho guadagnato qualche anno di carriera, stando a quello che dicono e io mi auguro che sia così. Il gol su punizione? Non è importante chi va in rete, anche dovesse segnare il portiere al 90′ ciò che conta è che arrivino i tre punti”.