Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Reggina, Breda: “A Gubbio trasferta difficile”

Calcio, Reggina, Breda: “A Gubbio trasferta difficile”

breda_roberto_2La partita di Gubbio si avvicina.  Breda recupera Nicolas Viola e Ragusa, non Rugeri e Burzigotti che continuano il loro programma di recupero.  Il tecnico veneto, in confereza stampa, annuncia che convocherà diciannove calciatori e che per la Reggina ci sarà da affrontare un trasferta difficile: “Giocheremo in uno stadio piccolo dove i tifosi si fanno sentire, contro una squadra che darà battaglia senza mollare mai. Vorrano rifarsi dopo le tre sconfitte consecutive. Come modulo alternano il 4-2-3-1 al 4-3-3. Possono contare su giovani di qualità, sarà importante avere l’approccio giusto”.

Ovviamente la notizia del giorno è la rescissione del contratto di Tedesco: “Giacomo è stato un giocatore importante della Reggina, tutti glielo ricooscono.  Adesso bisogna pensare al presente, è questo quello che la società ha pensato ma  allo stessso tempo nessuno dimentica ciò che Tedesco ha dato alla Reggina”.

In vista della trasferta in Umbria ci sarà tanta abbondanza in attacco con il recupero di Ragusa: “Davanti siamo in tanti, in futuro potrebbero essere adottate soluzioni tattiche più offensive. Sia in attacco che negli altri reparti sceglierò in base all’avversario che andremo ad affrontare e alla condizione fisica, nel mio concetto di calcio non esistono titolari inamovibili.  Il nostro obiettivo,però, resta l’equilibrio e il modulo che ci dà più garanzie è quello che stiamo adottando”.

Breda è soddisfatto anche dell’apporto della difesa dopo queste prime tre giornate: “Al Grossseto e al Padova abbiamo concesso un solo tiro in porta, il paradosso è che la squadra a cui abbiamo concesso di più è stato il Modena dopo aver segnato il 3 a 0.  Stiamo facendo bene, bisogna però continuare a lavorare per migliorrci”.

La condizione fisica, invece, deve crescere: “La preparazione non è ancora completa. Con Modena e Padova abbiamo tenuto bene, con il Grosseto abbiamo avvertito un calo a causa delle tre partite ravvicinate.  Anche su questo aspetto dobbiamo migliorare”.

Infine, qualche parola  per i singoli: “De Rose ha fatto bene, ma in quella zona del campo tutti sono potenzialmente titolari.  Il portiere Kovacsik è stato poco chiamato in causa anche per merito dei difensori.  Sono conento di Emerson che può comunque fare meglio. D’Alessandro è entrato in campo con la cattiveria giusta.  Bombagi mi piace molto, deve continuare a lavorare e il suo momento arriverà.  Nicolas Viola è tornato ad allenarsi con con noi dopo deici giorni. Bini sta lavorando dopo aver iniziato la preparazione fisica con il Piacenza.”.