Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Grosseto, le pagelle di Strill.it

Calcio – Reggina-Grosseto, le pagelle di Strill.it

campagnacci_alessioKOVACSIK 5,5 – Poco reattivo in occasione del gol.
COSENZA 6 – Duello rusticano con Sforzini, non c’è lui però a marcarlo in occasione del gol.
EMERSON 5,5 – Sovrastato da Sforzini in occasione della rete maremmana, sbaglia qualche disimpegno e il suo mancino non ha il goniometro come nei giorni migliori.
A. MARINO 6 – Con forza, intelligenza e tempismo svolge egregiamente il suo compito.
ADEJO 5,5 – Tornerà presto a giocare da difensore centrale, il ruolo che gli è più congeniale e che svolge molto bene. Da esterno destro non assicura la giusta spinta. (dal 59′ D’ALESSANDRO 6 – Dimostra di avere la voglia giusta, l’inizio è assolutamente incoraggiante).
CASTIGLIA 6 – Meno propenso all’inserimento rispetto a Padova, è molto attento in fase difensiva. (dal 79′ A.VIOLA S.V.)
DE ROSE 6,5 – Spesso lasciato da solo a coprire la difesa copre tantissimi metri di campo. Chiedergli anche di essere lucido in fase di rifinitura sarebbe davvero troppo.

MISSIROLI 6 – Più che il centrocampista chiamato ad inserirsi, fa il mediano. Probabilmente le parole del tecnico dopo la partita di Padova hanno fatto la loro parte. Tutti sanno cosa può fare Missiroli, sarebbe auspicabile vederlo qualche metro più avanti nello scacchiere tattico.
RIZZATO 6,5 – Fino al 90′, quando sembra che stia per tirare il fiato ti piazza lo scatto e l’inserimento che può risolvere la partita, non per Nasca che non gli accorda un rigore per un contatto dubbio con Formiconi
CERAVOLO 6,5 – Nella prima mezz’ora di gioco è incontenibile e segna anche in gol dell’uno a zero. Esce per crampi (dal 60′ BARILLA’ 6 – Entra con intraprendenza, Narciso gli nega la gioia del gol)
CAMPAGNACCI 6,5 – Si conferma uno degli uomini più in forma.
BREDA 5 – La squadra quando ha la palla al piede gioca bene. Tuttavia, inserire un difensore puro come Adejo sulla fascia per limitare un giocatore, seppur ottimo come Caridi, appare un’esagerazione sebbene a conti fatti si sarebbe potuta rivelare vincente. Missiroli per pungere l’avversario, probabilmente, dovrebbe giocare qualche metro più avanti. La gestione dei cambi non convince.