Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, Giosa: “Stiamo lavorando bene in vista della prossima stagione”

Calcio – Reggina, Giosa: “Stiamo lavorando bene in vista della prossima stagione”

giosa_antonio

La Reggina continua a lavorare nel suo ritiro in Valle D’Aosta in vista della prossima stagione.  E’ Antonio Giosa a parlare alla stampa ed ai microfoni di Radio Touring.

IL RITIRO – “Il saldo di quanto fatto qui a Brusson è ampiamente positivo, abbiamo fatto un carico di lavoro che ci servirà durante la stagione. Sotto il profilo tecnico-tattico sono stati dei giorni che hanno permesso di conoscerci e di lavorare assieme al mister.  Stiamo proseguendo sulla falsariga della passata stagione”.
KO NELL’AMICHEVOLE DI MERCOLEDI’ -“E’ normale che noi per primi siamo rimasti male per la sconfitta contro il Varese, perdere non piace a nessuno. In questa fase della stagione ci sta che il giorno prima le gambe stiano meglio, il giorno dopo peggio. Da parte nostra c’era la volontà di iniziare bene, abbiamo preso gol con classiche disattenzioni da primi giorni di scuola. Già nella partita di ieri contro la Pro Vercelli si è visto un netto miglioramento, ma sappiamo che c’è tanto da lavorare. Abbiamo affrontato le due partite con uno spirito propositivo, ma forse con il Varese abbiamo messo meno impeto dal punto di vista agonistico e abbiamo un pò pagato questo.”
SCHIERAMENTO DIFENSIVO -“Io mi metto a disposizione del mister, siamo tanti. In carriera ho giocato sia a tre che a quattro. A Cittadella e a Vicenza giocavamo a quattro, qui l’anno scorso e con Mazzarri facevamo la difesa a tre. Ognuno di noi ha delle caratteristiche e deve cercare di metterle a disposizione del gruppo.
SENSAZIONI – “Sono due anni che non faccio un ritiro completo, ho avuto diversi problemi nella prima parte della passata stagione e infatti ho giocato pochissimo. Quest’anno, in queste prime due settimane, sto avendo delle risposte positive e mi auguro di essere sempre al massimo dal punto di vista fisico”.
GIOSA E LA REGGINA – “Sono arrivato a Reggio che avevo quindici anni, ho iniziato dagli Allievi Nazionali. Ormai è una vita che sono qui. Credo che rimarrò qui con mio grandissimo piacere e non vedo l’ora di ricominciare.  Al di là del fatto  che qualcuno possa partire, la nostra forza resta quella di far inserire i nuovi sin dal primo minuto e di continuare a lavorare per il nostro obiettivo. La società sa come muoversi, si pescano ragazzi giovani ma che sono  già pronti per la categoria. Bombagi e Ruggeri mi hanno impressionato favorevolmente.  Poi c’è Carroccio (proveniente dal vivao amaranto, in prestito al Lecco nella scorsa stagione  ndr) che è un ’92, con qualità fisiche e tecniche importanti e con delle potenzialità impressionanti”.
IL PROSSIMO CAMPIONATO – “Io faccio una riflessione: secondo me, qualitativamente, il livello si è alzato. Sono retrocesse squadre importanti, poi altre formazioni si sono rafforzate, senza trascurare le solite outsider.  Noi dobbiamo resettare tutto ciò che è stata la passata stagione, non dobbiamo affrontare il campionato alla leggera perchè andrà avanti chi ha più fame.  Ci sono tutti i presupposti perchè le cose vadano per il meglio, ci auguriamo di tenere l’entusiasmo alto come visto nella fase finale dello scorso campionato”.