Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, Costa: “Restare a Reggio per il quinto anno sarebbe un onore”

Calcio – Reggina, Costa: “Restare a Reggio per il quinto anno sarebbe un onore”

costa_andreaAndrea Costa, in quel di Brusson, nella primissima fase del ritiro deve fare i conti con un piccolo infortunio: “Ho avuto un problemino al ginocchio, una contusione da smaltire pian piano che nulla ha a che vedere con i fastidi che ho avuto in precedenza. Nel giro di due o tre giorni spero di poter tornare con il gruppo”

L’ex difensore del Bologna piace tantissimo alla Sampdoria, non a caso il ds Sensibile oggi dovrebbe incontrare la Reggina per parlare del suo acquisto.
“Non posso dire, ad oggi, se resterò o meno. Non si può negare che esiste una trattativa, ma in questo momento sono un giocatore della Reggina. Prima, eventualmente, ci saranno degli incontri tra le società, entrambe faranno le loro considerazioni. Per me questa sarebbe la quinta stagione a Reggio e sarebbe un onore, poi sappiamo tutti il mercato come va.  Solo nel momento in cui dovessi firmare per un’altra squadra inizierei a pensare ad una nuova formazione. Io – prosegue Costa ai microfoni di Radio Touring – non posso parlare che bene di Reggio Calabria, quattro anni bellissimi che porterò sempre dentro, qui mi trovo benissimo anche sono lontano da casa”.

Terzo a sinistra in difesa, terzino in un pacchetto difensivo a quattro, esterno in uno schieramento di difesa o centrocampo a cinque.  Costa è sempre stato un giocatore in grado di coprire più ruoli, l’anno passato si è avuta la conferma in una nuova posizione: “Atzori ha avuto il coraggio di provarmi per primo come difensore centrale nei tre, è stata una sua intuizione e io mi sono fatto trovare pronto. Non so se quella passata è stata la mia migliore stagione a Reggio, anche la prima fu molto positiva”.

Inevitabile qualche parola su Roberto Breda: “Il mister già lo conoscevo,  è un lavoratore attento e preciso. Fa lavorare il gruppo intensamente, anche se nella prima settimana ci sono state soprattutto sedute atletiche”.

Che campionato cadetto sarà quello prossimo?  Andrea Costa prova a rispondere partendo da ciò che potrà essere il ruolo della Reggina: “L’anno scorso si partì da un obiettivo minimo, poi le cose andarono bene. Il gruppo è uguale a quella della passata stagione, si può fare bene. La Sampdoria, è chiaro, ha obiettivi ed ambizioni diverse. Quello di quest’anno sarà un campionato stranissimo, perchè ci sono squadre blasonate come Bari e Brescia, neopromosse che hanno ambizioni importanti.  La B potrebbe essere un campionato livellato.  Ci sono squadre come il Padova e Modena che stanno lavorando bene sul mercato.

Infine, un messaggio ai tifosi: “La più grande soddisfazione della passata stagione sono stati i ventimila tifosi presenti contro il Novara, mi auguro di rivedere l’entusiasmo delle ultime partite”.