Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, Bombagi: “Difficile trovare un gruppo unito come questo. Obiettivo? Migliorare il risultato dell’anno scorso”

Calcio – Reggina, Bombagi: “Difficile trovare un gruppo unito come questo. Obiettivo? Migliorare il risultato dell’anno scorso”

bombagi_francesco_villacidrese2
Francesco Bombagi, nato a Sassari, compirà 22 anni il 7 settembre.  Messosi in luce nella Villacidrese, ha a lungo militato nelle giovanili del Pisa, dove ha esordito in serie B (1 presenza il 14 novembre del 2008 a Mantova).  Nel 2008/2009 il passaggio al Mezzocorona in C2 (11 presenze da subentrato con 156 minuti giocati) prima di accasarsi alla Villacidrese.
Due campionati di Seconda Divisione, uno da centrocampista e uno da attaccante.  31 presenze e 6 reti nella prima stagione in Sardegna e 29 presenze e 10 reti nella seconda.
Specialità della casa: i caldi punizione, ben quattro quelli segnati nel campionato passato.
Il matrimonio con la Reggina era annunciato da gennaio, a confermarlo è lo stesso diretto interessato ai microfoni di Radio Touring: “Sarei dovuto arrivare sei mesi fa, ma la Villacidrese ha preferito tenermi per provare a salvarsi non accontentandosi dell’offerta ricevuta”.

Sulle montagne valdostane si fatica, ma Bombagi è entusiasta dell’ambiente amaranto:  “Il ritiro sta andando bene, nei primi giorni ho avuto un affaticamento all’adduttore ma qui è tutto organizzato al meglio, ci sono le condizioni ideali r un giocatore. La prima settimana di ritiro è sempre la più dura. Sta nascendo un bel gruppo, è difficile trovare una squadra così compatta a livello di spogliatoio. E’ molto bello vedere tutti uniti, non esistono più gruppi.  Della rosa conoscevo già Ruggeri con cui ho giocato contro nella passata stagione, mentre ero a Pisa assieme con Fabio Ceravolo, lui era già in prima squadra io in Primavera”.

Tatticamente, Bombagi ha le idee chiare sulla propria collocazione tattica e sull’obiettivo della squadra: “Sono un trequartista o una seconda punta. Gioco bene alle spalle di un riferimento centrale, anche da esterno. Io credo che tutti sperano di fare meglio dell’anno scorso, la squadra mi sembra molto competitiva”.
Tante squadre lo cercano per averlo in prestito perchè sanno che alla Reggina per lui ci sarebbe tantissima concorrenza ma il diretto interessato vorrebbe giocarsi le sue chances sullo Stretto: “Io spero di rimanere qua, la società ha dimostrato grande interessse nei miei confronti, è stata la prima a cercarmi. Vengo dalla Seconda Divisione, ma mi piacerebbe restare.  Reggio è un posto dove il tifo è caldo ma si lavora con tranquillità, mi hanno detto che è un luogo ideale per giocare a calcio e spero di entrare nel cuore dei tifosi amaranto”.