Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: il Granillo pieno non basta, la Reggina pareggia col Novara (0-0)

Calcio: il Granillo pieno non basta, la Reggina pareggia col Novara (0-0)

http://www.meteoweb.it/images/reg-nov2611/2.JPG

di Pasquale De Marte – La Reggina ha compiuto un’impresa raggiungendo i playoff, ne servirà un’altra per arrivare in  finale. Con il Novara finisce a reti bianche e al ritorno l’unico risultato utile sarà la vittoria.

ATMOSFERA E SCELTE INIZIALI – Non è una partita come tutte le altre. Basta entrare al Granillo per capirlo. Uno stadio pieno come non si vedeva da tempo, ventimila cuori a battere per un unico obiettivo.

Atzori sceglie i piedi buoni: accanto a De Rose e Tedesco, il terzo mediano è Nicolas Viola, premiato da Sky come “Miglior Giovane della Serie B” prima del fischio d’inizio. Tesser schiera la formazione annunciata, con Gonzalez in campo dal primo minuto.

PRONTI, VIA! –  Tatticamente la gara è quella che in molti si aspettano.  La Reggina ha la necessità di vincere, il Novara non è una squadra che ha nel proprio DNA la difesa ad oltranza ed  ecco che la partita si presenta viva, a tratti molto gradevole.
Partono fortissimo gli amaranto, dopo due minuti Colombo viene contrastato in solitudine davanti al portiere, qualcuno chiede il rigore ma l’arbitro Stefanini sceglie di non intervenire.  Chi interviene qualche minuto dopo  è, invece, Ludi bravo a intercettare in scivolata un diagonale, probabilmente vincente, di Campagnacci su ottimo servizio dell’ex esterno del Toro,
Non c’è grande pressing nei confronti dei portatori di palla amaranto,  gli ospiti si difendono corti ma spesso si presentano troppo stretti centralmente, non è un caso che le difficoltà maggiori arrivino quando Tedesco e Viola hanno il tempo di cambiare gioco con velocità.
L’occasione migliore del primo tempo nasce sull’asse di sinistra: Rizzato cerca Bonazzoli sul primo palo, la difesa respinge e lo stesso Nicolas Viola non trova la giusta misura nel sinistro che si spegne alto.
Il Novara gioca negli spazi quando è lontano dall’area di rigore, per poi cercare combinazioni veloci nei pressi dei sedici metri finali.  A far paura, però, sono soprattutto le ripartenze rapide di Bertani e Gonzalez.  E’ proprio l’argentino a firmare il primo tiro dei suoi con un gran sinistro dai vent imetri, ottimamente respinto da Puggioni.

FINALE COL BRIVIDO – La ripresa si apre con la Reggina che attacca, il forcing è tangibile, ma da una serie di corner e calci piazzati arrivano solo una serie di mischie.
I minuti passano, il Novara alza il baricentro e, complice forse anche la stanchezza, gli amaranto si spengono un po’ nella fase centrale del secondo tempo.
I padroni di casa offrono qualche sprazzo che fa infiammare il pubblico, ma alla fine chi deve recriminare per quanto sprecato negli ultimi minuti è il Novara:  prima Bertani non riesce a schiacciare in rete un cross dalla destra troppo alto per lui, poi  al 90’ serve a Rubino il pallone della vittoria, ma l’attaccante, subentrato a Gonzalez, si fa bloccare incredibilmente la conclusione da Puggioni che tiene accesa la speranza per la formazione dello Stretto.

Domenica il ritorno, per la Reggina conta solo vincere.

REGGINA-NOVARA 0-0, IL TABELLINO
REGGINA (3-5-2): Puggioni; Adejo, Costa, Acerbi; Colombo, De Rose, Tedesco, N.Viola (dal 65’ Castiglia), Rizzato; Campagnacci (dall’81’ A.Viola), Bonazzoli (dall’84’ Zizzari). A disp: Kovacsik; Cosenza, Barillà, Rizzo. All.Atzori
NOVARA (4-3-1-2): Ujkani; Morganella, Lisuzzo, Ludi, Gigliotti; Marianini, Porcari, Rigoni; Motta (dal 62’ Pinardi); Bertani, Gonzalez (dal 72’ Rubino). A disp: Fontana, Centurioni, Coubronne, Drascek, Parola. All.Tesser.
Arbitro: Stefanini

Ammoniti: De Rose, Morganella

Note:: 18387 spettatori paganti.