Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: la Reggina perde contro il Sassuolo (3-2) e va ai playoff da sesta

Calcio, serie B: la Reggina perde contro il Sassuolo (3-2) e va ai playoff da sesta

regginalogodi Pasquale De Marte – La Reggina perde il quinto posto sul rettilineo finale. La sconfitta ad opera del Sassuolo chiude la stagione regolare amaranto e giovedì, nella semifinale dei playoff, al Granillo arriverà il Novara, terzo in classifica.

SITUAZIONE INIZIALE – Vincere per non guardare al risultato di Torino o non farlo, augurandosi che il Padova non vada oltre il pareggio nella sfida contro i granata, anche loro alla ricerca di un piazzamento nei playoff.  Il mantemimento del quinto posto passa da queste eventualità, Atzori lo sa, ma è già tempo di recuperare energie in vista della “post season” e sceglie un ampio turnover.

Difesa  con Cosenza, Giosa e il giovane Di Lorenzo (classe 93′),  a centrocampo si registra l’esordio di un altro Primavera, Iacopo Dall’Oglio, diciannove anni.   Il Sassuolo cerca la vittoria  e lo fa affidandosi ai gol dei suoi attaccanti, Martinetti e Catellani.

AVVIO – Proprio sui piedi della sgusciante punta di proprietà del Catania arriva la prima grande occasioned del match, da solo l’ex modenese, anche se defilato sulla sinistra, si fa ipnotizzare da un grande Puggioni.

La Reggina in versione inedita non dispiace, si vedono buoni fraseggi ma mai manovre finalizzate alla concretezza.  A tirare in porta ci pensa Montiel, che, al 20′ trasforma un calcio di punizione dai venticinque metri, guadagnato da Zizzari, con una traiettoria imparabile per il portiere Pomini.

RIMONTA NEROVERDE – La notizia è che, al 38′, il pareggio neroverde arriva grazie ad un errore di Puggioni, uno dei migliori nell’ottima stagione

amaranto. Il portiere amaranto si fa ingannare da un tiro non irresistibile di Consolini, anche se è evidente il rimbalzo beffardo del pallone.

Cuffa, all’Olimpico, porta avanti il Padova a Torino e permette ai biancoscudati di superare momentanemente la Reggina in calssifica.  Proprio mentre gli amaranto stanno realizzando la cosa e all’ultimo respiro della prima frazione, Martinetti, di testa trova il punto del 2-1 sugli sviluppi di un corner dalla destra.

FINALE –  Ad inizio ripresa, Atzori sostituisce Cosenza con Rizzato, poi perde Montiel (botta al ginocchio) e Dall’Oglio (crampi) e inserisce Maita (classe ’94) e Laverone.

La Reggina non sembra avere la forza per provare a raggiungere il pareggio, il Sassuolo affonda il colpo. Al 65′ punizione dalla destra di De Falco e ancora testa di Martinetti, terzo gol emiliano e secondo personale per l’attaccante.

Il gol di De Paula a Torino spegne le speranze di quinto posto posto per gli amaranto, prova a riaccenderle Alessi Viola che, a dieci minuti dal termine, sfrutta il suggerimento in profondità di Zizzari e col mancino, in solitudine, trafigge Pomini.

Non accade più nulla, le motivazioni del Sassuolo battono la Reggina per 3-2.

SASSUOLO-REGGINA 3-2

SASSUOLO (4-3-1-2): Pomini;  Polenghi, Rea (dall’87’ Fusani), Piccioni, Consolini;  De Falco (dal 68′ Troiano), Magnanelli, Valeri; Ricco;  Catellani, Martinetti (dal 79′ Vignali). A disposizione: Bressan, Bruno,Fusani, Cinelli, Albanese Allenatore: Mandelli.

REGGINA (3-5-2): Puggioni;  Cosenza ( dal 52′  Rizzato), Giosa, Di Lorenzo;  Bernardi, Rizzo, Montiel (dal 55′ Maita) , Dall’Oglio (dal 61′ Laverone), Barillà; A.Viola, Zizzari. A disposizione: Kovacsik, Sarno, Danti,  Castiglia. Allenatore: Atzori.

Marcatori: 20′ Montiel (R), 38′ Consolini (S), 47′ (Martinetti), 80′ A. Viola (R)

Ammoniti: Cosenza (R), Valeri (S)