Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, vigilia di Sassuolo-Reggina. Atzori: “Obiettivo quinto posto”

Calcio, vigilia di Sassuolo-Reggina. Atzori: “Obiettivo quinto posto”

atzori_conferenzaGianluca Atzori si gode l’ultima giornata di campionato. Comunque vada la sua Reggina è nei playoff, lì dove molti non se l’aspettavano.  Non si sa ancora se lo farà da quinta o da sesta, ma quello della mgliore posizione in classifica sarebbe un vantaggio da calcolare soltanto in caso di approdo in finale e di eventuale passaggio del turno della sesta ai danni della terza.
Tanta strada da fare prima di arrivare a fare questo tipo di calcoli, ed è per questo che a Modena, contro il Sassuolo,  la priorità sarà preservare i diffidati, far rifiatare quanti hanno  speso tanto fino ad ora, in vista di giovedì, primo appuntamento della “post season”.

Atzori fissa l’obiettivo per domani: “Mantenere il quinto posto è il nostro obiettivo, anche se probabilmente loro hanno motivazioni più forti delle nostre. Cercheremo di ottenere il massimo, perchè questa è la mentalità della squadra. Non accetto cali di concentrazione.  Con un orecchio staremo ad ascoltare il risultato di Torino”.

Da una parte il Sassuolo ha la necessità assoluta di vincere per ottenere la salvezza. Al “Braglia” scenderà in campo la voglia di quanti hanno giocato meno, desiderosi di convincere il tecnico a dare loro una chance nel momento chiave della stagione.   Ma ci sarà spazio anche per promettenti giovani della Primavera amaranto.
Non ho voluto riempire di nozioni i ragazzi. Maita, Di Lorenzo e Dall’Oglio  – continua Atzori – sono dei giovani per i quali stravedo,  ho spiegato loro quei due-tre concetti che ci interessano di più.  Non so quanti andranno in campo dall’inizio, mi auguro siano pronti per quest’occasione. Assieme a loro  avranno spazio  ragazzi che hanno giocato meno negli  ultimi tempi come Giosa, Montiel, Barillà”.

Il tecnico ciociaro si sofferma su come vanno affrontati i playoff: “Vanno giocati con equilibrio, non si può pensare di andare all’arrembaggio già nella gara d’andata in casa. Queste gare vanno studiate e preparate considerando che si gioca in centottanta minuti. Conosciamo gli avversari che affronteremo, si tratterà di ripetere gli aspetti legati a uomini, schemi e tattiche avversarie, già visti nel corso del campionato “.

Spazio anche per i primissimi bilanci. “La presenza della gente contro l’Ascoli mi ha fatto piacere. Il fatto che qualcuno si stia già abbonando per l’anno prossimo è un segnale importante. Abbiamo raggiunto un traguardo eccezionale, forse neanche i ragazzi ci credevano e sono contento che ai miei calciatori sia arrivato  ciò che ho voluto trasmettere loro.   Probabilmente lo scetticismo generale  – prosegue Atzori –  ci ha dato una carica in più.  Ad inizio stagione mi era stato chiesto di far crescere queti giovani e riportare la gente allo stadio. A gennaio abbiamo perso un elemento che faceva la differenza come Simone Missiroli, ma è fuor di dubbio che da parte della società c’è stato il tentativo di rimpiazzarlo al meglio con Lodi,  che però è andato in A, e di rafforzare il reparto offensivo. C’era la possibilità di prendere gente che ci faceva quasi il favore a venire a giocare a Reggio, a quelle condizioni preferisco non prendere nessuno. Giocare in una piazza importante come questa e in una società come la Reggina è un favore che viene fatto al calciatore e non viceversa.  Gradisco molto di più  gente che viene dalla C con grandi motivazioni  come De Rose o Bernardi, o giovani come Alessio Viola”.


MIGLIOR GIOVANE DELLA SERIE B
– Intanto Nicolas Viola è stato eletto “Miglior Giovane della serie B” dal sondaggio di Sky.   Il centrocampista di Taurianova si è imposto su ”   El Shaarawi  con il 51% dei voti  a fronte del 49% ottenuto dal talento italoegiziano di proprietà del Genoa.