Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: Serie B, il punto sulla quarantesima giornata

Calcio: Serie B, il punto sulla quarantesima giornata

di Antonio Modafferi – Terzultimo turno della stagione regolare nel campionato di serie Bwin che, dopo la promozione in A di Siena e Atalanta, deve ancora esprimere gli ultimi verdetti sia in chiave play off, che in chiave play out oltre che in ottica retrocessione.

Nel posticipo, l’Atalanta (77 punti) si aggiudica il derby di Bergamo contro un Albinoleffe (43 punti) sempre più a rischio dopo il secondo stop interno di fila. Gli orobici innestano il turbo già nel primo tempo, durante il quale vanno a segno tre volte, doppio Bonaventura e l’ex Ruopolo, i seriani, adesso quartultimi quindi a rischio play out, tentano la rimonta con Grossi e Torri ma è tutto inutile.

Dopo l’anticipo del venerdì, scende al secondo posto il Siena (74 punti) , che perde in casa dell’Ascoli (45 punti) nonostante il doppio vantaggio firmato da Calaiò e Reginaldo. I padroni di casa infatti ribaltano il punteggio tra il 71′ e il 93′ grazie alla doppietta di Romeo e al goal dell’ungherese Feczesin che consegnano all’undici di Castori tre preziosissimi punti nella lotta per la salvezza.

La terza forza del torneo, il Novara (67 punti), dopo aver conquistato matematicamente i play off la settimana scorsa, batte in casa il Frosinone (38 punti), ormai con più di un piede in Lega Pro. Eppure i ciociari si erano portati in vantaggio con Sansone dopo il quarto d’ora, poi però i piemontesi ribaltano il risultato grazie agli acuti del difensore Lisuzzo e del bomber Bertani.

Vince tra le mura amiche, conquistando la certezza degli spareggi promozione, anche il Varese

(65 punti), che supera il Modena (49 punti) con un netto 3-0. Marcatori Giulio Ebagua, autore di una doppietta, e Concas che a cinque minuti dal termine sfrutta una clamorosa indecisione dell’estremo difensore canarino Guardalben.

Conferma il quinto posto la Reggina (60 punti), corsara a Grosseto (49 punti). Ai ragazzi di Atzori basta il diciassettesimo centro personale di capitan Emiliano Bonazzoli, a segno dopo giri di lancette direttamente da calcio di punizione, per aggiudicarsi l’intera posta in palio, utile ad avvicinarsi ulteriormente alla post season, e conquistare il secondo blitz esterno consecutivo.

L’ultima posizione che permette di disputare i play off è occupata dal Torino (57 punti), che batte sul proprio terreno la Trestina (40 punti) con il più classico dei risultati, 2-0. Un goal per tempo, Antenucci, che approfitta di un errato retropassaggio di un giocatore alabardato, e il centrocampista De Feudis a nove minuti dal triplice fischio.

Ad una sola lunghezza inseguono i play off Padova e Livorno, appaiati a quota 56. I biancoscudati vincono di misura in trasferta contro il sempre più pericolante Sassuolo (45 punti) grazie al sigillo del talento egiziano Stephan El Shaarawy.

I toscani vincono anch’essi di misura, ma in casa contro il Piacenza (46 punti) che rischia ancora. L’assedio labronico dura fino all’81’, quando è Dionisi che buca la retroguardia della squdra di Madonna ridotta in nove.

Anche l’Empoli (55 punti) può credere ancora negli spareggi promozine soprattutto dopo il successo esterno ai danni del Portogruaro (40 punti). Match winner Claudio Coralli che, a tre minuti dalla fine, non fallisce dagli undici metri.

Undici metri fatali nei minuti finali al Pescara (53 punti), raggiunto dal Vicenza (50 punti) soltanto in extremis. Accade tutto nella ripresa al “Menti”, apre le danze il biancorosso Abbruscato, gli abruzzesi ribaltano la situazione tra 74′ e 78′ grazie a Olivi e Sansovini, ma al quarto minuto di recupero è il rigore di Arma a fissare il risultato sul definitivo 2-2.

In zona salvezza, infine, importatissimo il successo casalingo del Cittadella (47 punti) sul Crotone (50 punti). Decisiva la rete del veneto Di Roberto al 38′, anche se la lotta per evitare i play out durerà fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata.