Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Albinoleffe-Reggina, amaranto sconfitti nell’unico precedente. Due ex

Albinoleffe-Reggina, amaranto sconfitti nell’unico precedente. Due ex

di Antonio Modafferi – A cinque partite dalla fine del campionato, la Reggina è attesa, dopo il meritato ritorno alla vittoria venerdì scorso sul Novara, dall’insidiosa trasferta di Bergamo contro l’Albinoleffe.

Nel confronto di andata, furono i seriani ad imporsi, per 1-2, infliggendo agli amaranto la prima sconfitta casalinga della stagione; vantaggio ospite firmato da Girasole poco dopo un quarto d’ora, i ragazzi di Atzori pareggiano nella ripresa grazie ad Acerbi, che realizza la sua prima rete in serie B direttamente da calcio di punizione, quindi a due minuti dalla fine Previtali beffa Puggioni con un insidioso tiro dalla distanza. La squadra allenata da mister Emiliano Mondonico, reduce dal pari interno contro il Grosseto raggiunto soltanto nei minuti di recupero, è impegnata nella lotta per evitare la retrocessione, ha 43 punti in classifica, con una lunghezza di vantaggio sulla zona play out, frutto di 11 vittorie, 10 pareggi e 16 sconfitte.

Esiste un solo precedente tra Albinoleffe e Reggina, risale allo scorso campionato e vide i padroni di casa affermarsi per 2-0.

Ultima giornata del girone di andata, in avvio di partita la Reggina di mister Ivo Iaconi ha la grande occasione per indirizzare la gara a proprio favore. Infatti dopo nemmeno un minuto di gioco, il contatto in area di rigore tra Cacia ed Hetemaj viene punito dall’arbitro con la massima punizione; dagli undici metri si presenta lo stesso Cacia, ma il suo tiro viene respinto dall’ex Pelizzoli. I ragazzi di Mondonico prendono fiducia con il passare dei minuti e si portano in vantaggio al 25’ quando un tiro da fuori di Cia viene respinto da Marino, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Ruopolo che mette dentro. Gli amaranto sono incapaci di reagire e in avvio di secondo tempo i seriani raddoppiano ancora con Ruopolo, doppietta per lui, che raccoglie un cross di Cristiano e batte di prima intenzione, Marino si oppone ma non trattiene quindi l’attaccante calabrese riprende la sfera e deposita in rete.

Due gli ex della sfida, uno per parte, ovvero Bombardini nell’Albinoleffe e Colombo per la Reggina.

Il centrocampista Davide Bombardini, che torna a disposizione di Mondonico dopo la lunga squalifica di 8 giornate, ha vestito la maglia della Reggina, che lo aveva acquistato dal Benevento, nella prima parte della stagione 1997/1998, ad ottobre infatti, dopo essere sceso in campo sei volte, fu mandato in prestito in C1 all’Atletico Catania. Nella stagione successiva torna in amaranto, collezionando 13 presenze, ma a gennaio viene nuovamente spedito in prestito in C1, questa volta all’Acireale. La sua carriera continuerà lontano da Reggio, trovando la propria consacrazione a Palermo.

Quattro stagioni e mezza, tanto è durata l’esperienza di Riccardo Colombo tra le file dell’Albinoleffe. Dal 2003/2004 fino a gennaio 2008, quando fu ceduto all’Udinese, l’esterno destro classe 1982 ha raccolto 146 apparizioni in maglia seriana, impreziosite da 4 goal.