Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: la Reggina torna a correre, un gol di A. Viola piega il Novara

Calcio, serie B: la Reggina torna a correre, un gol di A. Viola piega il Novara

http://img695.imageshack.us/img695/1874/logoreggina.jpg

di Pasquale De Marte – La Reggina torna alla vittoria e lo fa piegando in modo convincente un Novara, mai apparso  in grado di mettere i bastoni fra le ruote di una squadra, quella amaranto, che voleva fortemente ritrovare i tre punti per rafforzare la propria candidatura ad un posto nei playoff.  L’affermazione contro gli uomini di Tesser  vale il sorpasso nei confronti del Torino e il riottenimento del quinto posto, da cui il sodalizio dello Stretto era stato scalzato proprio dai granata.

PREPARTITA – Al Granillo si festeggiano i venticinque anni del nuovo corso societario della Reggina, ma per Atzori c’è soprattutto un avversario tosto da affrontare.  Farlo non sarebbe stato facile comunque, ma l’impressione che senza gli squalificati Bonazzoli, Cosenza e Rizzo l’impresa potrebbe essere più ardua.  Dall’altra parte Tesser deve rinunciare ad un solo titolare, Marianini, per il resto i piemontesi sono praticamente in formazione tipo, con i temibili Bertani e Gonzales in attacco.
La Reggina, rispetto a Torino, rispolvera il collaudato 3-5-2 affidandosi ad un centrocampo fatto di quantità e qualità con De Rose, Nicolas Viola e Castiglia.

MARCHIO AMARANTO – Bastano pochissimi giri  di orologio perchè Campagnacci debba nuovamente tornare a confrontarsi con la sfortuna che lo perseguita dall’inizio del campionato sotto porta: torre di Acerbi, in occasione di un corner, e tap in dell’ex Giulianova, neanche troppo semplice per via dell’uscita del portiere Ujkani e della posizione defilata,  con palla che finisce sul palo.
Nonostante questo, l’attaccante umbro si conferma tra i migliori in una Reggina che quando gioca in velocità mette alle corde gli ospiti che non offrono la migliore copertura alla difesa sugli inserimenti dei centrocampisti avversari.

Non è un caso che sia De Rose a maledire la sorte nel primo tempo: ottimo scambio sull’asse Campagnacci-Danti e servizio per l’ex mediano del Cosenza che, dopo essersi bevuto Ludi, trova la faccia interna della traversa e poi la linea di porta con un sinistro violento.
Costa, al centro della difesa, è una diga,  Nicolas Viola ha il piede caldo (buona conclusione deviata dal portiere), ma la Reggina non trova il vantaggio.  Dalla parte opposta il Novara, che sembra godere di maggiore vigoria fisica, raramente riesce ad allargare il gioco come vorrebbe per mettere in difficoltà gli amaranto,  bravi a mantenere corto lo schieramento.
L’unica occasione degna di nota per gli ospiti è un tentativo di Motta sul primo palo  e controllato senza troppi problemi da Puggioni.

ABBAGLIO – La sensazione che per il Novara sia una giornata fortuna si acuisce ad inizio ripresa:  De Rose, servito da Danti, va in gol.  Il guardalinee Schenone segnala un fuorigioco che non c’è. E’ un secondo tempo in cui gli ospiti sono totalmente schiacciati dalla Reggina, il pubblico si infiamma e spinge  gli amaranto.   Bertani fa venire sfiora l’incrocio dei pali con un destro a giro dal limite, nell’unica conclusione del Novara nel secondo tempo.

MOSSE DECISIVE – Atzori getta nella mischia Tedesco e Alessio Viola. A quattro minuti dal termine, le scelte del tecnico si rivelano vincenti: il centrocampista recupera palla sulla sinistra, supera un avversario e crossa teso verso il centro dove l’attaccante tocca il pallone e  firma il gol che vale i tre punti.
Nel finale Zizzari, subentrato a Campagnacci, a porta praticamente vuota, trova sul suo colpo di testa l’opposizione del centrale difensivo Ludi sulla linea.
Non arriva il raddoppio, ma ciò che conta è la vittoria.

REGGINA-NOVARA 1-0, IL TABELLINO

REGGINA (3-5-2): Puggioni; Adejo, Costa, Acerbi; Colombo, Castiglia (dal 24’ st Tedesco), Viola N., De Rose, Rizzato; Danti (dal 34’ st Viola A.), Campagnacci (dal 42’ st Zizzari).  All. Atzori.

NOVARA (4-3-1-2): Ujkani; Morganella (dal 41’ st Lanteri), Lisuzzo, Ludi, Gemiti; Parola, Rigoni (dal 22’ st Drascek), Porcari (dal 36’ st Scavone); Motta; Gonzalez, Bertani.  All. Tesser.

ARBITRO: Velotto di Grosseto.

AMMONITI:  Morganella (N), Viola N. (R), Bertani (N), Porcari (N), Acerbi (R), Gonzalez (N), Recupero: 2’ pt e 5’ st.