Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Serie B: tante squalifiche tra le squadre che lottano per i play-off. Nella Reggina mancherà Cosenza con Rizzo e Bonazzoli; Campagnacci e De Rose vanno in diffida

Serie B: tante squalifiche tra le squadre che lottano per i play-off. Nella Reggina mancherà Cosenza con Rizzo e Bonazzoli; Campagnacci e De Rose vanno in diffida

Cosenza
di Peppe Caridi –
Mancano appena 6 partite alla conclusione del campionato di serie B, e la lotta per l’accesso ai play-off è decisamente entusiasmante in quanto coinvolge almeno 9 squadre, considerando Novara e Varese già “promosse” agli spareggi che determineranno la terza squadra che sarà promossa in serie A insieme a Siena e Atalanta, ormai a un passo anche dalla certezza matematica della promozione diretta.

La Classifica dopo 36 giornate

Siena 72
Atalanta 70
Novara 60
Varese 59
Torino 51
Reggina 50
Vicenza 49
Empoli 48
Pescara 48
Padova 46
Livorno 46
Crotone 46
Modena 46
Grosseto 44
Sassuolo 42
Piacenza 42
Albinoleffe 42
Cittadella 40
Ascoli 39 *
Portogruaro 37
Frosinone 34
Triestina 34

* = L’Ascoli ha 6 punti di penalizzazione

Il prossimo turno

Giovedì 21 aprile, ore 20:45

Padova-Vicenza
Pescara-Frosinone

Venerdì 22 aprile, ore 19:00

Albinoleffe-Grosseto
Crotone-Atalanta
Empoli-Livorno
Modena-Torino
Piacenza-Cittadella
Reggina-Novara
Siena-Portogruaro
Triestina-Sassuolo
Varese-Ascoli

Molto importanti, nel prossimo turno, gli scontri diretti Padova-Vicenza, Modena-Torino ed Empoli-Livorno, così come Reggina-Novara mentre Varese e Pescara, in casa contro Ascoli e Frosinone, hanno le partite più agevoli (almeno sulla carta) mentre il Crotone ospiterà la forte corazzata bergamasca.

Gli squalificati sono tantissimi, soprattutto tra le squadre impegnate nella corsa play-off.
Tre per il Vicenza (Di Matteo, Marianini e Rossi), due per l’Atalanta (Capelli e Manfredini), l’Empoli (Nardini e Soriano), il Livorno (Barusso e Lambrughi) e il Pescara (Ganci e Mengoni). Due squalificati anche per il Frosinone (Frison e Santoruvo, quest’ultimo per 2 giornate per aver “al termine della gara (Frosinone-Padova 1-1, ndr), negli spogliatoi, assunto un atteggiamento intimidatorio ed aggressivo nei confronti di un calciatore avversario spingendolo contro il muro e afferrandolo al collo“).
Per la Reggina è squalificato Cosenza, che salterà il match con il Novara così come Bonazzoli e Rizzo che dovranno scontare la seconda e ultima giornata di squalifica rimediata dopo le proteste contro l’arbitro Candussio al termine della gara di sabato scorso contro il Cittadella.

Squalificati anche Guzman del Piacenza, Giorgi dell’Ascoli, Cottafava e Malagò della Triestina.

Entrano invece in diffida De Rose e Campagnacci della Reggina, Ludi e Motta del Novara, Tedeschi e Cutolo del Crotone, Gazzola e Romeo dell’Ascoli, Guidi del Frosinone, Sforzini del Grosseto, Cunico del Portogruaro, Schiavi del Vicenza, Cani del Modena, Di Roberto del Cittadella, Mingazzini dell’Albinoleffe, Mori dell’Empoli e Piccolo del Piacenza.

Epiodio curioso a Grosseto, dopo il triplice fischio di Grosseto-Siena terminata 0-1 per la squadra di Antonio Conte.
Il presidente del Grosseto Piero Camilli ha, “al termine della gara, nel recinto di giuoco, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti di un Assistente, a cui ha rivolto espressioni ingiuriose e, poco dopo, è entrato arbitrariamente nello spogliatoio degli Ufficiali di gara dove ha rivolto all’Arbitro locuzioni minacciose e insultanti“. Per questo motivo, Camilli è stato inibito fino al 30 giugno.