Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, tra la Reggina e il sogno playoff oggi c’è il Cittadella

Calcio, tra la Reggina e il sogno playoff oggi c’è il Cittadella

bona_esultanza

di Pasquale De Marte – Ci sono termini, modi di dire, definizioni di cui, nell’arco di un campionato, si abusa.  “Partita della verità”. Quante volte lo si è sentito dire per qualsiasi squadra negli ultimi mesi ? Tante, tantissime e la Reggina, in questo senso, non fa eccezione.

Tuttavia, mai come questa volta la sfida che attende gli amaranto sarà importante. Il risultato testimonierà in che modo gli uomini di Atzori si presenteranno a casa del Toro di Lerda, e una cosa sarebbe farlo mantenendo o incrementando il vantaggio in classifica, un’altra arrivarci subito dopo aver subito un sorpasso, che sarebbe unico solo qualora il Siena rispettasse i favori del pronostico contro il Vicenza.

L’imperativo di Atzori è stato chiaro e oggi alle 15 la Reggina cercherà la vittoria, perchè sette vittorie in casa, anche se a fronte di una sola sconfitta in diciassette partite,  sono il dato da migliorare per non perdere il treno dei playoff.

Contro il Cittadella, un collettivo rodato negli anni, però non ci sarà una Reggina a trazione anteriore.

Nel tridente offensivo il tecnico degli amaranto avrà bisogno di un uomo abile nel fare le due  le due fasi  e nessuno, tra gli attaccanti, è può svolgere il compito come Campagnacci, il quale spesso viene tacciato di scarsa vena realizzativa dimenticando quale e quanto sia il lavoro, non propriamente da attaccante, che gli viene richiesto.  Oltre all’ex Giulianova, dietro a Bonazzoli, agirà uno tra Alessio Viola e Sarno, con il secondo favorito.

Probabili novità a centrocampo, ma non  è dato sapere in che misura.  Nicolas Viola pare destinato ad una maglia da titolare,  De Rose e Rizzo si contendono quella dell’altro centrocampista centrale.

Dubbi anche in difesa, dove Costa ha convinto Atzori con la prova di Portogruaro, dimostrando di essersi messo definitvamente alle spalle i guai fisici, e non è escluso che, alla fine, possa essere nuovamente preferito ad Acerbi ma resta possibile anche l’utilizzo di entrambi.   In settimana è stato provato anche Giosa al centro dela difesa.

Nel Cittadella mancherà lo squalificato Magallanes, out anche Scardina, Bellazini e Carteri. Le attenzioni maggiori saranno ovviamente riservate a bomber Piovaccari, sedici gol fino al momento. Foscarini deve scegliere il suo partner tra il talento Gabbiadini e  l’esperto Nassi.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI:
REGGINA (3-4-2-1) –
Puggioni; Adejo, Cosenza, Costa (Acerbi), Colombo,  Rizzo (De Rose), N.Viola, Rizzato;  Campagnacci, Sarno; Bonazzoli. All. Atzori
CITTADELLA  (4-4-2) – Villanova; Manucci, Gorini, Melucci, Marchesan; Job, Dalla Bona, Musso, Di Roberto; Piovaccari, Gabbiadini. All. Foscarini
Fischio d’inizio ore 15