Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: il Cittadella sorprende la Reggina ed espugna il Granillo

Calcio, serie B: il Cittadella sorprende la Reggina ed espugna il Granillo

federico_piovaccari

di Pasquale De Marte – Niente da fare. La Reggina non riesce a smentire le sensazioni negative derivanti dalle ultime poco incoraggianti prestazioni e cade in casa contro un Cittadella bravo a difendersi per gran parte della gara e ad approfittare degli errori degli avversari. Lo scivolone è di quelli che fanno rumore, perchè dagli altri campi, rispetto alle altre volte, non arrivano notizie positive. La vittoria in extremis del Toro vale il sorpasso in classifica dei granata, prossimi avversari degli amaranto.

SCHIERAMENTI – Atzori torna all’antico e schiera una formazione che, Sarno a parte, rispecchia fedelmente quella tipo della prima parte di stagione, con Campagnacci che fa il Missiroli, seppur  con caratteristiche diverse. Solito 4-4-2 per il Foscarini.

SUBITO SOTTO – Dopo dieci minuti si fa già durissima per gli amaranto, quando Piovaccari porta avanti i veneti.  L’ex attaccante del Treviso si incunea tra le maglie della retroguardia amaranto, supera Acerbi in velocità, e trafigge Puggioni sul secondo palo.
La gara diventa  quella ideale per i granata, che innalzano un muro davanti alla porta di Villanova e provano a partire in contropiede.

DIFFICOLTA’ – La squadra di Atzori prova a far girare il pallone con velocità, ma non sempre c’è precisione.  Sia Colombo che Rizzato spingono sugli esterni, l’unica strategia possibile per evitare gli intasatissimi spazi centrali.   Nella  prima frazione il’arbitro non punisce il giustificabile ostruzionismo degli ospiti in tema di perdite di tempo contribuendo a innervosire ulteriormente una Reggina vistosamente condizionata dalla tensione per la posta in palio.
Nonostante tutto, gli amaranto non trovano il pareggio per merito del portiere Villanova: bravo ad anticipare Bonazzoli in occasione di un cross basso di Colombo sul primo palo e un pò fortunato nel deviare  una conclusione a botta sicura di Campagnacci, ottimamente assistito da Sarno.

RIPRESA – Il filone prosegue nella ripresa, ma la Reggina non trova il varco per pareggiare.  Il varco, invece, rischia di trovarlo Piovaccari, quando approfittando di uno svarione di Cosenza in fase di disimpegno, si presenta solo davanti a Puggioni che è bravo a chiudere lo specchio al bomber di Foscarini, che al Granillo si conferma uno dei migliori attaccanti del campionato, al di là dell’occasione mancata.
Atzori cambia: dentro De Rose per Adejo e la Reggina passa al 4-3-1-2 con Sarno dietro Bonazzoli e Campagnacci. Le cose non cambiano e c’è spazio anche per Alessio Viola al posto di Sarno.
Nel finale la Reggina ha due opportunità per  trovare il pari: prima Alessio Viola, poi Acerbi non trovano la porta da buona posizione
Candussio nega agli amaranto un rigore abbastanza evidente su Castiglia, subentrato a Rizzo, .  La gara finisce con Acerbi centravanti al fianco di Bonazzoli e con la delusione del pubblico per la seconda sconfitta casalinga stagionale.

BEFFA FINALE – Emiliano Bonazzoli e Giuseppe Rizzo sono stati espulsi per proteste dall’arbitro dopo il triplice fischio finale negli spogliatoi. Entrambi salteranno la sfida di Torino.

REGGINA-CITTADELLA 0-1, IL TABELLINO

REGGINA: (3-4-2-1) Puggioni; Adejo (dal 55′ De Rose), Cosenza, Acerbi; Colombo, N.Viola, Rizzo (dal 76′ Castiglia), Rizzato; Sarno (dal 66′ A. Viola),Campagnacci;  Bonazzoli. A disp. Kovacsik, Costa, Laverone, , Montiel. Allenato-re: Atzori.
CITTADELLA  (4-4-2) Villanova; Manuci, Nocentini, Gorini (dall’88’ Musso), Marchesan; Job (dall’81’ Giordano), Dalla Bona,  Volpe (dall’85’ Melucci) Di Roberto; Piovaccari, Nassi. A disp: Pierobon, Carra, Gabbiadini, Perna. Allenatore: Foscarini.
Ammoniti: Manucci, Nocentini, Gorini, Rizzo, Cosenza.
Marcatori: 10′ Piovaccari
Arbitro: Candussio.
Note:  603 paganti, 3.565 abbonati.  8.157 euro di incasso biglietti, 22.377 euro di quota abbonati.