Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Cittadella, una vittoria ed un pareggio nei due precedenti. Quattro ex

Reggina-Cittadella, una vittoria ed un pareggio nei due precedenti. Quattro ex

di Antonio Modafferi – Dopo il pareggio raccolto a Portogruaro, il quarto nelle ultime cinque partite, sabato pomeriggio la Reggina ospiterà tra le mura amiche il Cittadella nel tentativo di invertire la rotta e di tornare alla vittoria che ormai manca da poco più di un mese.

Il confronto di andata contro i patavini, disputato in infrasettimanale, vide gli amaranto vittoriosi in rimonta; al vantaggio degli uomini di Foscarini al 35’ grazie ad una punizione dello specialista Dalla Bona, risponde la doppietta di Nicolas Viola che, a cavallo tra primo e secondo tmepo, realizza due calci di rigore che permettono ai ragazzi di mister Atzori, nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Colombo, di espugnare il “Tombolato” e di tornare a casa con i tre punti. Il Cittadella, reduce dal pari interno contro il Varese, è in piena lotta per non retrocedere ed occupa, in compagnia del Portogruaro, la quartultima posizione con 37 punti, frutto di 8 vittorie, 13 pareggi e altrettante sconfitte.

Sono due i precedenti al “Granillo” tra Reggina e Cittadella e bilancio parla di una vittoria degli amaranto e di un pareggio.

Il primo incontro risale al campionato di serie B 2001/2002. Quello tra i ragazzi di Colomba e il collettivo di mister Glerean è uno scontro testa-coda, visto che gli amaranto occupano la prima posizione mentre gli ospiti stazionano nei bassifondi della classifica. Partita difficile per la Reggina, gli ospiti tengono bene il campo al cospetto dei più quotati avversari, che viene risolta da una rete di “Re” Davide Dionigi. L’attuale allenatore del Taranto al 66’ raccoglie un cross dalla sinistra di Morabito e di testa batte il portiere dei veneti Redaelli.

L’altro precedente nello scorso campionato e terminò in parità, 1-1. E’ la quinta di andata e la Reggina di Novellino è protagonista di un avvio di campionato al di sotto delle aspettative della vigilia. La gara con il Cittadella sembra mettersi subito in discesa, gli amaranto infatti passano in vantaggio dopo 18’ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il difensore Capelli corregge in rete di petto un colpo di testa di Bonazzoli. Gli ospiti però si rivelano un buon collettivo, tant’è che a fine campionato conquisteranno sorprendentemente un posto ai play off, giocano bene e nella ripresa pervengono al pareggio con il difensore Pesoli che, colpevolmente lasciato solo dalla retroguardia amaranto, raccoglie di testa una punizione di Castiglia e trafigge Cassano.

Quattro gli ex, due per parte, Marchesan e Nassi nel Cittadella, Giosa e Castiglia per la Reggina.

Il centrocampista Alberto Marchesan, alla nona stagione con la casacca dei veneti, è cresciuto nel settore giovanile amaranto, senza mai esordire in prima squadra. L’attaccante Maurizio Nassi ha militato in amaranto nella seconda parte della stagione 2000/2001, a gennaio 2001 fu infatti acquistato dal Gela, formazione di serie C2 con la quale si era messo in luce nella prima parte di stagione, collezionando soltanto due presenze, l’esordio nella massima serie avvenne in Reggina-Udinese 1-1, subentrando all’infortunato Dionigi, quando segnò il portiere Massimo Taibi.

Antonio Giosa ha giocato per due stagioni nel Cittadella, in serie C1, nel 2002/2003 scese in campo 18 volte, l’anno successivo sempre 18 presenze impreziosite da una rete. Infine una stagione e mezzo in Veneto per Ivan Castiglia: nel 2008/2009 29 apparizioni, lo scorso campionato 14 partite prima del ritorno a Reggio.