Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Livorno, Atzori: “E’ un campionato difficilissimo, chi andrà ai play-off? Dipenderà dalle ultime 3-4 gare”

Reggina-Livorno, Atzori: “E’ un campionato difficilissimo, chi andrà ai play-off? Dipenderà dalle ultime 3-4 gare”

atzori_conferenza
Queste le dichiarazioni di mister Atzori in conferenza stampa dopo Reggina-Livorno: “Volevo portare a casa subito la vittoria, ahimè in occasione del gol non ha funzionato qualcosa, mi sono arrabbiato molto. Non era facile dopo il gol recuperare il risultato e così mi sono ritrovato a sperare di pareggiare una partita che prima volevo vincere. Allora ho cambiato ancora il modulo e sono contento per l’ottima reazione che abbiamo avuto. Sono contento di tutta la prestazione, e oggi non era facile. Nel secondo tempo abbiamo fatto il 4-3-1-2 mentre all’inizio avevamo il 3-4-3. Nella ripresa ho messo Sarno dietro le due punte e ho avvicinato Campagnacci a Emiliano. Oggi mi sono giocato le mie carte e speravo che nel primo tempo passassimo in svantaggio noi, con la qualità di Sarno, la forza di Campagnacci e la concretezza di Emiliano che poteva giocare più vicino alla porta senza doversi muovere tanto. Questo è un campionato difficile per tutti. Tutti fanno fatica e non vedo perchè non dovremmo farla pure noi. Questi ragazzi stanno disputando un ottimo campionato. Ho sempre parlato di gruppo di 26-27 persone, la prova di oggi di Montiel e di Sarno lo conferma. Dovevo solo trovare il momento giusto, sfruttando l’occasione di lanciare titolari chi in settimana ha mandato segnali positivi e ha fatto vedere, durante gli allenamenti, tanta attenzione e tante cose buone. Non ho figli nè figliastri e metto sempre in campo i migliori che ho a disposizione. In questo campionato è fondamentale la mentalità, oggi i ragazzi hanno fatto un’ottima gara proprio dal punto di vista mentale. Ad Empoli, nel secondo tempo, era mancato questo e ci è servito di esperienza affinchè non si verifichi più. Oggi i ragazzi hanno messo in campo tutto ciò che avevano, ma non posso dimenticarmi della loro giovane età, non posso non considerare quanto sono cresciuti dall’inizio del campionato ad oggi. Atalanta e Siena sono due squadre con un grandissimo organico, e penso che anche il Torino – per organico – verrà fuori. Il risultato di oggi ci gratifica nonostante non abbiamo vinto, per la prestazione. Noi continuiamo a pensare a questo finale di campionato solo guardando alla partita successiva. Prepariamo le gare settimana per settimana, già da stasera sto pensando solo al Portogruaro. E’ un campionato in cui andrà ai play-off solo chi avrà ancora energie mentali nelle ultime 3-4 partite“.