Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Empoli-Reggina, le pagelle di Strill.it

Empoli-Reggina, le pagelle di Strill.it

puggioni

PUGGIONI  S.V. Inoperoso e incolpevole sul gol.
ADEJO 5 – E’ in fase di involuzione, aver giocato praticamente tutte le partite potrebbe essere indice di  stanchezza.  Oggi sbaglia tanto, anche in occasione del gol.
COSTA 5 –  Un paio di indecisioni macchiano gravemente la sua gara, compresa la libertà lasciata a Coralli di servire l’assist vincente a Forestieri.
ACERBI 6 – Partecipa anche lui, in senso negativo, all’azione della rete empolese prima facendo filtrare un pallone che gli passa a pochi centimetri, poi il suo raddoppio su Coralli è fin troppo morbido.  Ma nel resto della gara è uno dei pochi che mette in mostra la personalità per trascinare la squadra. Segna un gol regolare, l’arbitro glielo annulla.
LAVERONE 5 –  Il morale è sotto i tacchi dopo le continue esclusioni delle settimane passate, il suo rendimento ne risente.
DE ROSE 5 –  Ectoplasma per gran parte della gara, non incide.
N. VIOLA 5 – Da un giocatore di qualità come lui, destinato a giocarsi il titolo di “Miglior giovane della serie B” fino alla fine , ci si aspetta qualcosa di più che una serie di lanci fuori misura.
RIZZO 5 – Non ha la brillantezza e la lucidità di inizio campionato. Gli servirebbe un pò di riposo, soprattutto dopo gli acciacchi patiti negli ultimi tempi.
RIZZATO 5,5 – E’ spesso tra i migliori, o comunque tra i meno peggio. Oggi non si smentisce.
A. VIOLA 5,5 – – Quando prende palla  si ha la sensazone che possa creare un pericolo da un momento all’altro, ma viene poco sollecitato dai compagni e deve imparare a gestire le sue qualità, evitando di disperdere palloni o intestardendosi nel dbrilling.
BONAZZOLI 5,5 –  Corre, lotta e si sacrifica. Gli manca la cattiveria di qualche mese fa sotto porta. E a una squadra che fa fatica a far gol come la Reggina, le sue reti sono fondamentali.

CAMPAGNACCI S.V.

MONTIEL S.V.

SARNO S.V.

ATZORI  5 – La scelta di tenere fuori Cosenza è difficile da comprendere, soprattutto se il risultato è una difesa che balla senza l’ex centrale dell’Ancona.   Chiedere la luna a Sarno e Montiel nel finale era francamente troppo, considerato che si tratta di elementi che, a lungo, sono rimasti ai margini del gruppo di calciatori che hanno giocato di più.  La carenza di soluzioni, dettata da tre defezioni importanti, non lo aiuta.