Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: Serie B, il punto sulla trentunesima giornata

Calcio: Serie B, il punto sulla trentunesima giornata

di Antonio Modafferi – Trentunesima giornata del campionato di serie Bwin caratterizzata dalla frenata delle prime tre della classe, bloccate sul pari.

L’Atalanta capolista (60 punti) pareggia sul difficile campo dell’Ascoli (29 punti, -6 di penalizzazione). Marchigiani in vantaggio al 54′ con il difensore Faisca, per gli orobici rimedia capitan Doni sei minuti più tardi di testa sugli sviluppi di un corner.
Il Siena, 57 punti, non va oltre il risultato ad occhiali, il secondo consecutivo, nel derby toscano contro l’Empoli (40 punti) di Aglietti che torna a far punti dopo due stop di fila.
Senza reti anche il Novara, terzo a 55, che tra le mura amiche impatta contro il Sassuolo(36 punti).

Vola a 50 il Varese, che in casa batte di misura il Portogruaro (30 punti). Agli uomini di Sannino è sufficiente la rete realizzata dal brasiliano Alemao al 9′.
Rischia in casa la Reggina (47 punti) contro la Triestina ultima in classifica (28 punti). Alabardati sorprendentemente in vantaggio dopo nove giri di lancette con Marchi, che sfrutta un pasticcio di Adejo e Puggioni, ristabilisce la parità Acerbi su punizione intorno alla mezzora, ma il risultato, nonostante le occasioni finali di Bonazzoli e Alessio Viola, non cambierà più.

Torna in zona play off, riacciuffando il sesto posto, il Livorno (43 punti) di Novellino che si impone sul campo di un Torino (41 punti) sempre più deludente. Decisiva la doppietta di Francesco Tavano nel secondo tempo, un gol su rigore, che rende amaro il debutto sulla panchina granata del neo tecnico Giuseppe Papadopulo.

Grande ammucchiata ai margini dell’ulima posizione utile per accedere agli spareggi promozione. Troviamo infatti Vicenza, Pescara e Grosseto a quota 42, mentre Piacenza e Torino sono a 41.

Torna con un punto dalla trasferta in casa dell’Albinoleffe (36 punti) il Vicenza, ed è un punto importante in quanto conquistato rimontando due reti nei dieci minuti finali. I seriani si erano portati sul 2-0 grazie alle marcature di Cocco e di Cristian Zenoni, i biancorossi vanno a segno prima con Abbruscato, di spalla, e poi con una conclusione da fuori del centrocampista scuola Juve Matteo Paro.
Va ancora forte il Grosseto che si impone in casa contro il Pescara per 3-2. Sono gli ospiti a sbloccare il punteggio dopo due minuti con il rumeno Stoian, risponde Alfageme, quindi Turati porta temporanemante in vantaggio i maremmani, raggiunti allo scadere della prima frazione da Sansovini. La compagine di Serena fa suoi i tre punti grazie al guizzo di Sforzini a otto minuti dal termine.

Continua l’inarrestabile corsa del Piacenza che, nonostante l’assenza per squalifica (tre turni) del suo bomber principe Cacia, rifila due reti, una per tempo, autori Guerra e Cofie, ad un Crotone (34 punti), precipitato in piena zona calda.

Seconda vittoria consecutiva per il Modena (38 punti), che supera in casa il Frosinone (29 punti). Greco dal dischetto e una perla di Pasquato portano avanti i canarini, per i ciociari è Zigoni a dimezzare le distanze a due minuti dal fischio finale.

Infine nel posticipo di ieri sera, il Cittadella (35 punti) si aggiudica il derby contro il Padova (37 punti). Per gli uomini di Foscarini vanno a segno Nassi, dopo soli due minuti di gioco, e Piovaccari, autore di una doppietta, per gli ospiti Vantaggiato dal dischetto segna il punto della bandiera. Sconfitta fatale per Calori, l’ex tecnico del Portogruaro è stato infatti esonerato.