Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: Reggina Triestina tra mille insidie

Calcio: Reggina Triestina tra mille insidie

atzori4

Reggina-Triestina è una partita dalle mille insidie per gli amaranto, che dall’alto del loro quinto posto potrebbero sottovalutare chi sta molto più indietro in classifica.

“La partita col Frosinone ci ha insegnato quanto è difficile vincere gare apparentemente facili,  nei giorni di preparazione alla sfida di sabato sono stato, in questo senso, un martello nei confronti dei ragazzi.  Per fortuna sono tutti a disposizione, la squadra lavora bene e scegliere, per me, gli undici che vanno in campo dall’inizio non è impresa semplice, visto che tutti meritano di essere presi in considerazione, questo aiuta il nostro processo di crescita.  Ancora non ho scelto chi andrà in campo”.
Presenta così la sfida il tecnico Atzori, che domani potrebbe riabbracciare Nicolas Viola: “Ha fatto una settimana di lavoro, ha buone possibilità di scendere in campo domani”.
L’allenatore ciociaro nega che l’ottimo momento degli amaranto dipenda unicamente dall’essere al top della condizione fisica e guarda, per un attimo, ad un futuro più lontano che potrebbe coinvolgere la sua squadra: “Siamo sempre stati brillanti, ci mancavano i risultati e serviva una vittoria, che è arrivata a Modena, per sbloccarci.  I playoff ? Secondo me ci saranno, perchè senza nulla togliere al grande campionato del Novara difficilmente manterranno dieci punti dalla quarta”.
Il ballotaggio Laverone-Colombo è un tema sempre attuale, sebbene negli ultimi temi l’ex torinista pare aver conquistato il posto da titolare, Atzori è chiaro: “Lorenzo deve migliorare, perchè gli manca lucidità nell’ultimo passaggio.  E’ un ’89, ha il tempo per farlo e le tribune sono dettate esclusivamente dall’esigenze di ogni singola gara”.