Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Modena-Reggina, le pagelle di Strill.it

Modena-Reggina, le pagelle di Strill.it

colombo_riccardo

PUGGIONI 7 – Le sue parate valgono tre punti, senza se e senza ma.

ADEJO 5,5 – Pesa sulla sua gara l’ingenuità che rimette in bilico la gara, ovvero il rigore causato.

COSENZA 6 – Greco lo grazia nell’unico svarione della sua partita.

ACERBI 6,5 – Soprattutto nel primo tempo è il migliore in campo. Ma non è una novità.

COLOMBO 7 – Grande prova per l’ex esterno del Torino che coniuga quantità e qualità come non gli accadeva da tempo. A tutto ciò si aggiunge l’assist per il gol di Viola.

RIZZO 5,5 – Più timido e impacciato del solito.

DE ROSE 5,5 – Tangibile il suo apporto alla causa, nel finale macchia la prova con un’espulsione ingenua.

BARILLA’5 – Pericolosa involuzione la sua, Atzori deve recuperarlo soprattutto mentalmente e schierarlo a supporto degli attaccanti non sembra essere la giusta soluzione. Merita il sostegno di tutti, perché nel recente passato ha dimostrato di poter offrire il suo contributo alla Reggina.

RIZZATO 5,5 – In questa stagione si è ammirato il Rizzato che bene aveva fatto ad Ancona, oggi si è rivista la versione ingrigita della passata stagione.

VIOLA A. 6.5 Prima gara da titolare, primo gol e decisivo ai fini del risultato.

BONAZZOLI 6 – Non è il Bonazzoli devastante di inizio stagione, neanche quello inconsistente di un anno fa, più giusto definirlo come una via di mezzo. Assente sotto porta, presente e utile in fase di manovra.

CAMPAGNACCI 5,5 – Pesano gli errori in fase di conclusione, anche se nella prima circostanza delle due occasioni avute è piuttosto sfortunato nel trovarsi più avanti rispetto al pallone dopo la ribattuta del portiere.

TEDESCO 6 – Offre la sua esperienza al servizio della squadra nel concitato finale di gara.

BURZIGOTTI S.V.

ATZORI 6 – Desta qualche perplessità la scelta di affidarsi a un centrocampo troppo fisico e con poca qualità. Nel complesso la gestione dei cambi e della gara sembrano oculate, poco può sulle ingenuità dei suoi giovani.