Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Padova, le pagelle di Strill.it

Reggina-Padova, le pagelle di Strill.it

puggioniPUGGIONI 7 –  A un girone di distanza dalla prova così così dell’Euganeo, oggi mette in chiaro quale sia il suo livello con una parata strepitosa su Ardemagni.
BURZIGOTTI 5,5 – Soprattutto nel primo tempo fa fatica ad arginare la velocità degli attaccanti avversari.
COSENZA 5,5 –  Nella prima frazione si rende protagonista di qualche svarione di troppo.
ACERBI 6 – Solita prova di sostanza, in cui spesso e volentieri si prende la responsabilità di cercare l’anticipo rischiando di lasciare sguarnita la sua posizione, ma ormai è uno specialista.
COLOMBO 5 – La sua gara viaggia sui binari della mediocrità.
RIZZO 6 – Non ha la brillantezza dei tempi migliori, ma regala recuperi, spunti e giocate che a volte risultano interessanti, sebbene spesso incomplete. La convocazione in Under 21 risulta essere un’ulteriore gratificazione per il diciannovenne messinese.
DE ROSE 6  – E’ un centrocampista che fa legna, il suo compito lo svolge egregiamente. Che poi alla Reggina, forse, servisse altro è un discorso differente su cui lui non ha responsabilità.
VIOLA 5,5 – Lampi di grande visione di gioco troppo estemporanei.
BARILLA’ 5,5 – Male in fase offensiva, meglio quando si tratta di fare quella difensiva.
ZIZZARI 5 – Paga il prezzo di essere poco cattivo in area di rigore e questo fa risultare la sua prestazione peggiore di quanto non sia in realtà.
BONAZZOLI 6,5 – Agisce spesso da pivot con risultati alterni, poi però mette la firma sul risultato guadagnandosi il rigore e realizzandolo.
RIZZATO  6 – Continua ad essere escluso dall’undici titolare, la scelta francamente non sembra quella giusta, visto che l’asse Rizzato-Bonazzoli era quello che spesso e volentieri faceva la fortuna della Reggina nella prima parte del campionato ed è lo stesso da cui è  nato il rigore a favore degli amaranto.
CAMPAGNACCI 6 – Schierato in una posizione atipica, a volte lo si è visto persino nella posizione di mezz’ala destra, continua a dare l’impressione di fare meglio quando agisce lontano dalla porta, visto che ha ampiamente dimostrato di non essere un goleador a fronte di un buono scatto, un’ottima resistenza e tanta generosità.
CASTIGLIA S.V.
ATZORI 5 – Ha tutte le giustificazioni di questo mondo per aver visto addirittura indebolita una rosa che meritava di essere rafforzata con un paio di innesti di qualità. Ma è il momento di andare avanti e alcune scelte non convincono, prima fra tutte quella di lasciare fuori Laverone e Rizzato.

p.d.m.