Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Domani Reggina-Siena, Atzori: “Ce la giochiamo. Chiunque in estate avrebbe firmato per essere dove siamo”

Domani Reggina-Siena, Atzori: “Ce la giochiamo. Chiunque in estate avrebbe firmato per essere dove siamo”

atzori4C’è il Siena sulla strada della Reggina domani pomeriggio al Granillo.   Un avversario fortissimo, quello maggiormente attrezzato per il salto di categoria assieme all’Atalanta, e che proprio assieme agli orobici ed al Novara guida la classifica della serie B.

“Basta guardare chi va in panchina per rendersi conto della loro forza.  Chi va in panchina è all’altezza dei titolari ed a guidarli c’è un allenatore bravo come Conte”.

I bianconeri li descrive così Gianluca Atzori che, alla vigilia della sfida, non nega l’imminente cessione di Zizzari e non vede l’ora che il mercato sia chiuso: “In periodi come questi non è facile lavorare.   Ci sono voci che possono infastidire alcuni dei nostri prezzi pregiati, mi fa piacere che Cosenza e Acerbi abbiano delle richieste importanti, quello che mi auguro è che continuino ad allenarsi con grande professionalità come stanno facendo fino ad ora.  Per quanto riguarda gli arrivi so che la società sta cercando un attaccante e si sta muovendo in tal senso, ma non è che ogni giorno sento il presidente Foti per monitorare la situazione, non è compito mio fare gli acquisti”.

Dopo un inizio di stagione condito da risultati positivi, complimenti e bel gioco, gli amaranto non vivono un momento felicissimo.  Atzori, però, ci tiene a sottolineare una cosa:  “Chiunque, ad agosto, avrebbe firmato per essere nella posizione in cui siamo oggi e nessuno pensava potessimo vincere il campionato. Mi è stato chiesto di far crescere questa squadra attraverso la valorizzazione del lavoro del settore giovanile. Le buone prestazioni che sono merito di questi ragazzi ci hanno portato ad essere lassù e cercheremo di giocarci fino alla fine le nostre carte”.

Tra le note positive degli ultimi tempi c’è una difesa che ha chiuso la saracinesca nelle ultime partite: “Dietro siamo tornati su buoni livelli, ciò non toglie che facciamo fatica in attacco nonostante il ritorno di Bonazzoli e di questo io mi assumo tutte le responsabilità. Contro il Siena non so quale sarà il modulo che adotteremo, lo sceglierò all’ultimo. Stiamo lavorando su più soluzioni, sia con la difesa a quattro che  a tre.   Credo nelle nostre possibilità di battere la capolista e per questo mi piacerebbe ci fosse tanta gente a sostenerci sugli spalti”.