Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: tra Crotone e Reggina finisce ancora 0-0, ma stavolta vince la noia

Calcio, serie B: tra Crotone e Reggina finisce ancora 0-0, ma stavolta vince la noia

curva_crotone_calcio
di Pasquale De Marte –
Crotone e Reggina non si fanno male e nell’attesa sfida dello Scida si dividono la posta in palio, al termine di una partita poverissima in termini di emozioni e contenuti tecnici. Con il punto conquistato gli amaranto agganciano il Torino al sesto posto, mentre i pitagorici

raggiungono a quota ventinove punti il Padova in una zona di metà classifica da cui è possibile strizzare l’occhio al sogno playoff.

BLUFF – In barba a quanto dichiarato in sede di conferenza stampa alla viglia della gara, Gianluca Atzori torna all’antico mettendo in soffitta la difesa a quattro e ripescando la consolidata retroguardia a cinque. Nel terzetto difensivo l’inserimento di Adejo assicura la velocità giusta per arginare il rapido tridente pitagorico composto da Russotto, Ginestra e Cutolo, mentre Castiglia a centrocampo viene preferito a Tedesco e Campagnacci ad Adiyiah. Tra i padroni di casa la cerniera del settore nevralgico di un 4-3-2-1 molto dinamico è costituita da Parfait, Eramo e Galardo, mentre in difesa, al fianco di Abruzzese, c’è Vinetot.

AVVIO – I padroni di casa partono subito fortissimo, ma gli ospiti non si intimoriscono dinnanzi al dinamismo della squadra di Corini e già al sesto minuto trovano il primo tiro in porta della partita con una punizione mancina di Acerbi, respinta dal portiere pitagorico Belec.

Russotto si guadagna un’ammonizione per simulazione nell’area avversaria, Bonazzoli, invece, si vede annullare giustamente un gol per fuorigioco.

NESSUN DECOLLO PER IL MATCH – La Reggina fa la partita, il Crotone cerca di recuperare il pallone più in alto possibile per innescare le sue fulminee ripartenze. In campo c’è poca precisione e sebbene la formazione di Atzori riesca spesso a mettere nelle condizioni di crossare Rizzo e Laverone, raramente arrivano dei pericoli per l’attenta difesa di Corini.

Dunque poche, pochissime le azioni degne di nota di un primo tempo intenso e caratterizzato da buoni ritmi, ma non certo entusiasmante.

SBADIGLI FINO ALLA FINE – La ripresa è ancor più avara di emozioni. L’unica occasione per gli amaranto viene fallita da Bonazzoli su ottimo servizio di Missiroli, poi il Crotone non riesce a risolvere a proprio favore una serie di mischie nell’area amaranto, in cui la difesa balla più del dovuto. Atzori inserisce forze fresche a centrocampo, Corini lo fa in attacco ma il risultato non si sblocca. Come all’andata, dunque, tra Crotone e Reggina finisce a reti bianche.

IL TABELLINO

CROTONE-REGGINA 0-0

CROTONE (4-3-2-1): Belec;  Crescenzi, Vinetot, Abruzzese, Migliore;  Galardo, Parfait, Eramo; Russotto (84′ De Giorgio), Cutolo; (86′ Napoli), Ginestra. A disp.: Bindi, Beati, Curiale, Mazzotta, Tedeschi. All.: Corini.

REGGINA (3-5-2): Puggioni; Adejo, Cosenza, Acerbi; Laverone, Rizzo (60′ Viola), Castiglia (81′ Tedesco), Missiroli, Rizzato; Campagnacci (87′ Adiyiah), Bonazzoli. A disp.: Kovacsik, Giosa, Burzigotti, Colombo. All.: Atzori.

ARBITRO: Stefanini di Prato.

AMMONITI: Russotto, Rizzo, Castiglia, Migliore.