Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Sassuolo, emiliani vittoriosi nell’unico precedente

Reggina-Sassuolo, emiliani vittoriosi nell’unico precedente

di Antonio Modafferi – Dopo la sosta per le festività, sabato pomeriggio ritorna il campionato di serie Bwin. La Reggina, reduce dalla sconfitta giunta nei minuti finali ad Ascoli, aprirà il suo 2011 in casa contro il Sassuolo, nell’ultima giornata del girone di andata.

La compagine neroverde guidata da Angelo Adamo Gregucci, subentrato all’esonerato Daniele Arrigoni, viene dal sonoro successo casalingo ai danni del Frosinone (5-3) e sta vivendo un campionato notevolmente al di sotto delle aspettative di inizio stagione. Dopo le due prime partecipazioni in B con piazzamenti più che onorevoli, un settimo e un quarto posto l’anno scorso, che valse la semifinale play off, poi persa con il Torino, veniva dato come uno dei team con le carte in regola per lottare per le posizioni di vertice. Il collettivo emiliano attualmente occupa la diciassettesima posizione in graduatoria con 20 punti, in compagnia dell’Ascoli, raccogliendo cinque vittorie, cinque pareggi e dieci sconfitte.

Esiste un solo precedente tra Reggina e Sassuolo e risale alla scorsa stagione. Si gioca martedì 8 dicembre alle ore 15, è il recupero della quattordicesima giornata, precedentemente rinviata per l’impegno dei nazionali. Gli amaranto di mister Ivo Iaconi vengono da un filotto positivo, hanno infatti raccolto sette punti nelle ultime tre partite (vittorie contro Brescia ed Ascoli e un pari nel derby di Crotone) e lo scontro con gli emiliani sarebbe l’occasione buona per continuare su questa strada. Ma la squadra di Stefano Pioli è avversario difficile da affrontare, soprattutto quando gioca in trasferta, e lo dimostra in campo, quando già nei primi minuti si rende pericoloso con Gorzegno prima e Noselli poi. La Reggina ci capisce ben poco e, a parte il colpo di testa di Lanzaro su calcio d’angolo, non c’è davvero niente da segnalare. Al 40’ gli ospiti, per lunghi tratti padroni del campo, passano con il difensore Polenghi che di testa, su un pallone proveniente dalla bandierina, sorprende un Cassano molto incerto per l’ennesima volta.

Nella ripresa la musica non cambia, le bocche da fuoco amaranto, Brienza, Pagano e Cacia, non sono proprio in giornata e il Sassuolo raddoppia al 64’: Salvetti, a metà campo, innesca la ripartenza, lancia lungo sulla destra per Noselli che entra in area e serve Riccio, il suo tiro è respinto da Cascione, ormai da alcune partite impiegato stabilmente in difesa, ma viene prontamente ripreso da Noselli che mette dentro. Il contropiede degli emiliani è sempre insidioso, è ancora l’ex punta del Mantova a rendersi pericoloso, il brasiliano Santos è costretto al fallo da ultimo uomo e viene espulso dal signor Gervasoni. La partita non ha più storia, da registrare, nei minuti finali, il definitivo strappo tra la tifoseria e Mario Cassano, criticato per i continui errori, anche se nella sfida contro gli emiliani, prima rete a parte, è autore di alcuni buoni interventi. L’estremo difensore adesso tornato al Piacenza, si rende protagonista di un gesto di stizza nei confronti dei sostenitori della Curva Sud che metterà fine alla sua esperienza alla Reggina, infatti quella contro il Sassuolo fu la sua ultima partita con la maglia amaranto.

Non ci sono ex, né da una parte, né dall’altra.

Tra le fila dei neroverdi militano gli attaccanti Catellani e Bruno, entrambi accostati alla Reggina nello scorso calciomercato estivo, del primo si è tornato a parlare anche per l’attuale mercato appena riapertosi, il primo è stato giustiziere della Reggina nello scorso campionato quando vestiva la casacca del Modena, Daniele Martinetti, grande protagonista nell’ultimo turno con la quaterna rifilata al malcapitato Frosinone, il mediano australiano Carl Valeri, vicino a vestire l’amaranto nello scorso gennaio, e i difensori Polenghi, a segno contro gli amaranto la scorsa stagione, e Rea, ex Messina.