Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Varese-Reggina, nei 4 precedenti amaranto mai vittoriosi

Varese-Reggina, nei 4 precedenti amaranto mai vittoriosi

di Antonio Modafferi – Dopo lo stop forzato della scorsa settimana per il rinvio della gara interna contro l’Albinoleffe, che sarà recuperata l’8 dicembre alle ore 15, a causa della Coppa Italia, la Reggina riprende il proprio cammino in campionato fuori casa, ancora una volta sul

campo di una formazione neopromossa, dopo la sconfitta con la capolista Novara, questa volta il Varese, tornato in serie B, in seguito alla finale play off vinta contro la Cremonese lo scorso giugno, dopo un’assenza di ben 25 anni, risale infatti alla stagione 1984/1985 l’ultima partecipazione al campionato cadetto, durante i quali ha conosciuto anche l’onta del fallimento (per la precisione nel 2004).

La squadra allenata da mister Giuseppe Sannino, grazie al successo esterno sul Padova sabato scorso (2-3) ottenuto al 94’, adesso occupa il sesto posto a quota 26 punti, frutto di 6 vittorie, 8 pareggi e 3 sconfitte, è imbattuta da nove turni (l’ultima sconfitta a Crotone il 10 ottobre scorso), non ha mai perso tra le mura amiche del “Franco Ossola” ed ha, insieme alla capolista Novara, la seconda miglior difesa del torneo, con 13 goal al passivo, meglio ha fatto solo l’Empoli con 12 reti subite.

I precedenti tra Varese e Reggina sono 4, tutti giocati nel campionato cadetto, e il bilancio parla nettamente a favore dei padroni di casa che hanno conquistato 3 vittorie e 1 pareggio, mentre gli amaranto non hanno mai vinto e non sono mia andati a segno in casa dei biancorossi.

Il primo incrocio tra le due formazioni risale al campionato 1966/1967. La Reggina di Tommaso Maestrelli, al terzo anno sulla panchina amaranto, dopo aver sfiorato la clamorosa promozione nella massima serie nel campionato precedente, viene sconfitta 2-1 dal Varese che, dopo la retrocessione dalla Serie A, a fine stagione conclude il campionato al secondo posto guadagnandosi la promozione.

Due campionati dopo,1969/1970, in seguito alla loro retrocessione dalla massima serie ritorna il confronto con i varesini, che anche questa volta hanno la meglio sugli amaranto guidati da Ezio Galbiati, sebbene di stretta misura, 1-0. Per la cronaca il Varese a fine anno conquisterà nuovamente la serie A in virtù della prima posizione in classifica.

Nella stagione 1972/1973, all’undicesima giornata del girone di andata, arriva l’unico risultato positivo degli amaranto in terra lombarda. I ragazzi di mister Guido Mazzetti fermano sullo 0-0 il Varese, anche stavolta appena retrocesso dalla serie A ma a cui stavolta non riesce l’immediato ritorno.

L’ultimo precedente risale all’annata 1973/1974. Il Varese si impone per 1-0 e a fine stagione potrà festeggiare il ritorno in serie classificandosi al primo posto, al contrario la Reggina del presidentissimo Granillo, dopo 9 stagioni consecutive in cadetteria, torna in serie C, a causa della classifica avulsa, al termine di una stagione travagliata, caratterizzata dall’alternanza di tre allenatori si panchina (inizia Giovambattista Moschino, poi sostituito dal suo secondo Ettore Recagni a sua volta rilevato da Olmes Neri).

Non ci sono ex, nè da una parte, nè dall’altra. Infine alcune curiosità. L’attaccante brasiliano del Varese Neto Pereira è al suo primo campionato di serie B. Prima di approdare nello scorso gennaio al sodalizio guidato dal presidente Antonio Rosati, la punta classe 1979 ha sempre militato nei campionati inferiori, conta infatti ben 9 stagioni e mezza tra le file dei friulani dell’Itala San Marco, tra serie D (8 stagioni) e C2 (1 stagione e mezza), realizzando un considerevole numero di goal.

Gara particolare infine per il biancorosso Giuseppe Figliomeni (nella foto), nativo di Siderno, in provincia di Reggio Calabria. Figlio del tecnico, nonché ex calciatore, Tonino Figliomeni, molto conosciuto a livello dilettantistico calabrese (attualmente è l’allenatore del Roccella),il ventitreenne difensore, la scorsa stagione nell’Arezzo, è cresciuto nel settore giovanile del Crotone, squadra con la quale ha esordito in B, e vanta anche un esperienza nella Primavera dell’Inter, con cui ha vinto lo scudetto di categoria nel 2007.