Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: la Reggina crea, il Novara segna e vince 3-1

Calcio, serie B: la Reggina crea, il Novara segna e vince 3-1

http://www.strill.it/images/foto/bertani_gonzalez02g.jpg
di Pasquale De Marte – La Reggina temeva il Novara di Gonzalez e Bertani, alla fine dei conti la sconfitta è arrivata, ma in pochi avrebbero scommesso che, nonostante il tabellino dia i giusti riconoscimenti alla temibilissima coppia di

cecchini piemontesi, gran parte del merito dell’affermazione  degli uomini di Tesser potesse essere del portiere Ujkani, migliore in campo tra i suoi e principale artefice della delusione dei quasi duemila sostenitori amaranto presenti al Piola, assieme alla scarsa vena realizzativa di un attacco orfano di Bonazzoli e una difesa colpevole in occasione dei gol subiti.

SCELTE – Atzori schiera Sy al fianco di Campagnacci, Tesser conferma Scavone dietro Gonzelez e Bertani.

SCAVONE–  La prima conclusione verso lo specchio è degli ospiti, ma Ujkani è bravo a neutralizzare un sinistro rasoterra di Nicolas Viola. Gli amaranto sono padroni assoluti del campo, ma il merito principale della capolista è quello di concretizzare una delle rare sortite offensive: al sesto minuto Marianini se ne va sulla destra e mette in mezzo un pallone che Scavone deve solo spingere in rete.

UJKANI SARACINESCA – Per il resto, eccezion fatta per una buona parata di Puggioni su Rigoni dalla distanza, le occasioni da rete sono tutte per i calabresi e se ne contano davvero tante.

Gemiti salva sulla linea un colpo di testa di Acerbi, Ujkani buca clamorosamente un intervento su un gran tiro di Sy ma la palla accarezza il palo e va sul fondo, poi il portiere albanese è super in almeno tre circostanze: su un esterno sinistro di Rizzato a tu per tu , su una nuova conclusione aerea di Acerbi e su un gran tiro di Cosenza, con la palla letteralmente tolta via dall’incrocio dei pali.

CHI SEGNA E CHI NO – Ma se questo non basta, a un primo tempo chiuso immeritatamente in svantaggio in cui da incassare c’è anche un problema muscolare per Costa, in apertura di ripresa arriva il raddoppio Bertani che, poco prima di farsi male e uscire per infortunio, in perfetta solitudine può, di testa, mettere in rete un sontuoso assist di Gemiti.

novara-reggina3-1

La Reggina potrebbe tornare subito in partita, ma Sy si conferma un cecchino non infallibile, gestendo come peggio non potrebbe un pallone da depositare in fondo al sacco servitogli da Missiroli.

I ritmi si abbassano, gli innesti della panchina Sy e Adiyiah non cambiano il passo di una formazione, quella amaranto, in vistoso calo fisico dopo un’ora gioco arrembante.

ILLUSIONE E KO – Nel finale Cosenza, di testa, riapre la gara a sette minuti dal termine, ma a tempo praticamente scaduto Gonzalez in contropiede (viziato da un possibile fallo su Acerbi) chiude definitivamente i conti, dopo che Missiroli aveva avuto sulla testa la palla di un pareggio che sarebbe stato il risultato più giusto per una Reggina che ha largamente creato più di un cinico Novara, sempre più in fuga.

TABELLINO

NOVARA (4-3-1-2): Ujkani; Morganella, Centurioni, Ludi, Gemiti; Marianini, Porcari, Rigoni (9′ st Gigliotti G.); Scavone (33′ st Shala); Bertani (18′ st Ventola), Gonzalez. A disp. Fontana, Gheller, Gigliotti E., Rubino. All. Tesser.

REGGINA (3-5-2): Puggioni; Adejo, Costa (19′ Cosenza), Acerbi; Colombo, Rizzo, Viola (20′ st Tedesco), Missiroli, Rizzato; Campagnacci, Sy (20′ st Adiyiah). A disp. Kovacsik, Castiglia, Laverone, Montiel. All. Atzori.

ARBITRO: Tozzi di Ostia Lido

MARCATORI: 6′ Scavone (N), 3′ st Bertani (N), 37′ st Cosenza (R), 45′ st Gonzalez (N)

AMMONITI: Ludi (N), Colombo (R), Adejo (R)