Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Torino, Foti: “Bianchi? Gli ho parlato…”

Reggina-Torino, Foti: “Bianchi? Gli ho parlato…”

Un aereo in partenza non ha permesso a Gianluca Atzori di presentarsi ai microfoni al termine di Reggina- Torino, al suo posto è arrivato il presidente Foti che è tornato sulle dichiarazioni di Christian Pugioni sul direttore di gara, per poi esprimere il suo parere su altri argomenti”L’arbitro fa parte dei protagonisti

in campo e spesso sia calciatori che arbitri non offrono prestazioni al meglio. Alla fine ritengo che Reggina-Torino sia stato un buon match, giocato con grande intensità da entrambe le squadre, noi abbiamo avuto l’opportunità di passare in vantaggio, poi un episodio sfortunato ci ha penalizzato. Loro forse in campo hanno messo un pò più di cattiveria, ma ciò che mi gratifica di più è che nei nostri undici titolari c’erano cinque prodotti del settore giovanile e a proposito di questo siamo molto felici per la convocazione di Rizzo in under 21. Qualcuno mi ha detto che stasera si è visto il miglior Toro della stagione, questo non fa altro che darci maggiore forza.   Difficoltà con le grandi? Io ho maldigerito la sconfitta di Siena, a Bergamo con un pò più di fortuna avremmo potuto vincere, a Livorno ci siamo complicati la vita con quel rigore.  Con Bonazzoli in campo forse le cose sarebbero cambiate, perchè è solo uno dei ventisei, ma ha la statura di un calciatore importante che oggi ha raggiunto la doppia cifra che la dice lunga sulla sua importanza.  Mi sembra restrittivo dire che questa squadra sia Bonazzoli-dipendente e ingeneroso nei confronti degli altri, ma è oggettivo che ogni squadra che perde il suo cannoniere va in difficoltà. Poca gente allo stadio? Non mi aspettavo più gente allo stadio, conosco bene il reggino e riesco a comprendere la disaffezione causata da campionati precedenti deludenti.  Oggi quasi soffriamo di non essere in serie A, ma la colpa è anche della nostra società che nello scorso campionato si è mossa con arroganza. Grazie a Dio, quest’anno, ci stiamo divertendo e mi auguro che questo possa essere un anno sabatico per riconquistare l’entusiasmo che il calcio può dare.  La rabbia di Bianchi dopo il gol? Gli ho parlato, dandogli inizialmente del lei, per poi tornare a chiamarlo Rolly perchè sono un buono. Gli ho detto che faccio fatica a riconoscere quel giocatore che ha dato tanto alla Reggina, ma che ha anche ricevuto tanto. I suoi atteggiamenti non sono all’altezza di un campione, visto che oggi si è accostato con arroganza e comportamenti pretestuosi a quella gente che gli ha voluto bene”.