Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, serie B: Reggina fermata dal Toro al Granillo

Calcio, serie B: Reggina fermata dal Toro al Granillo

di Pasquale De Marte – Reggina e Torino fanno 1-1 al Granillo, in una gara in cui gli amaranto hanno patito, più che nelle altre sfide,  l’assenza di un Bonazzoli, oggi al rientro ma vittima nuovamente di un problema muscolare.  Risultato giusto per una partita in cui le due squadre hanno messo in

mostra una buona condizione fisica e i granata si sono rivelati un avversario solido ed in crescita, seppur battibile con un pò più di attenzione o cattiveria sotto porta.

SCELTE INIZIALI – Lerda conferma il 4-2-3-1 con gli uomini previsti alla vigilia, Atzori sceglie Adejo a destra e Barillà a sinistra, con Cosenza  in retroguardia.

BOMBER IN RETE – Ci mette quattro minuti la Reggina per passare in vantaggio. E’ il rientrante Bonazzoli a coronare una grande azione corale, avviata da una veronica di Adejo sulla destra, proseguita con una sponda di Campagnacci per Viola che serve un pallone sulla sinistra per Barillà, il cui cross sul secondo palo trova il bomber amaranto pronto a firmare il suo decimo gol stagionale.
Il Toro perde il primo pezzo sostituendo l’acciaccato Pratali con Rivalta e, pur soffrendo gli amaranto, approfitta di una manovra leziosa degli avversari per recuperare palla sulla trequarti avversaria e sfrutta una serie di errori in chiusura per liberare Bianchi, in perfetta solitudine su assist sfortunato di Rizzo,  che non si fa pregare ed esulta in faccia al suo ex pubblico al dodicesimo.

BOMBER KO – I fischi del Granillo per uno degli ex beniamini diventano assordanti quando è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare,  copiosi sono invece gli applausi per uno sfortunatissimo Bonazzoli costretto a lasciare il campo a Zizzari, probabilmente per un riacutizzarsi del problema agli adduttori.

PREDOMINIO REGGINO – I granata soffrono particolarmente la Reggina soprattutto quando viene innescata la velocità di Campagnacci, indigesta alla difesa di Lerda.  Le partenze dell’ex attaccante del Giulianova sono incontenibili, la sua unica pecca è determinata dalla mancanza di concretezza davanti alla porta come quando davanti a Bassi calcia altissimo un pallone da mettere in rete.  Per tenere a galla un Torino vistosamente in affanno c’è principalmente un super Ogbonna.

SPRECO – A cavallo tra il primo ed il secondo tempo Zizzari ha due opportunità per portare in vantaggio i suoi a tu per tu col portiere: prima però Barillà, in posizione di fuorigioco, lo anticipa e vede il suo gol annullato per fuorigicoo, poi  su suggerimento in profondità di Adejo allarga troppo il destro incrociato e spreca una buona occasione.

BRIVIDI FINALI – Senza Bonazzoli la Reggina in avanti non punge , il Toro alza il pressing e per gran parte della ripresa la manovra degli amaranto è costantemente resa inefficace sul nascere, al punto che persino i disimpegni difensivi risultano complicati.  E’ Puggioni a salvare gli amaranto da un’immeritata sconfitta su due conclusioni dalla distanza di De Vezze e Feudis.

Reggina-Torino 1-1
Reti:
5′ pt Bonazzoli, 13′ pt Bianchi

REGGINA (3-5-2): Puggioni; Cosenza, Costa, Acerbi; Adejo (18′ s.t.Laverone) , Viola, Rizzo, Missiroli, Barillà; Campagnacci (37′ s.t. Sy), Bonazzoli (35′ p.t. Zizzari) . a disposizione: Kovacsik, Rizzato, Castiglia, Tedesco. All: Atzori

TORINO (4-2-3-1): Bassi; D’Ambrosio, Pratali (10′ p.t. Rivalta), Ogbonna, Zavagno; De Vezze, De Feudis; Lazarevic, Sgrigna, Scaglia (21′ s.t. Belingheri), Bianchi (16′ p.t. Bianchi). a disposizione: Morello, Suciu,Zanetti, Gasbarroni. All: Lerda.

Ammoniti: Zavagno, Missiroli, Pellicori, De Feudis