Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Vigilia di Reggina-Portogruaro, Atzori: “Il modulo non cambia, l’obiettivo resta sempre crescere partita dopo partita”

Calcio – Vigilia di Reggina-Portogruaro, Atzori: “Il modulo non cambia, l’obiettivo resta sempre crescere partita dopo partita”

 

 

 

 

 

 

 

 

di Pasquale De Marte – Cancellare il ko di Livorno, è l’obiettivo della Reggina che nell’anticipo del venerdì sera (ore 19) ospiterà il Portogruaro.

A parlare, alla vigilia della sfida, è il tecnico Atzori: “Ho parlato con i ragazzi, abbiamo rivisto la partita, analizzando gli errori che abbiamo commesso in modo da non ripeterli più. Ripartiamo da quello che siamo sempre stati, una squadra che corre. Questo è un campionato difficile, ci attende un avversario tosto come il Portogruaro che, nonostante il rendimento esterno deficitario, è una squadra temibile, soprattutto davanti. Noi per caratteristiche siamo una squadra che deve aggredire. Dobbiamo dare convinzione a questi ragazzi, perché abbiamo dimostrato di essere una buona squadra. Non sono contento di quello che è stato detto in settimana, lascio stare ciò che è stato Livorno e penso al nostro prossimo impegno. Da questa partita vogliamo ottenere il meglio, senza pensare il passato”.

Un punto nelle ultime due partite, un bottino sicuramente al di sotto degli standard della formazione del tecnico ciociaro in quest’inizio di stagione: “Credo che ad oggi la partita con l’Empoli possa essere ritenuta una partita equilibrata, quella con il Livorno è un incidente di percorso che va analizzato bene soprattutto sul piano degli episodi. Sono cambiate tante cose, adesso le squadre ci temono di più, serrano le fila e coprono meglio”.

Atzori si sofferma poi su quello che è stato l’atteggiamento dei suoi giocatori in questa settimana di lavoro e sulla possibilità che possano esserci dei cambiamenti significativi: “I ragazzi hanno maldigerito la sconfitta, perdere non piace a me, a loro e a nessuno. A livello psicologico ho visto quello che volevo, si sono rimessi di nuovo a lavorare a testa bassa, li vedo abbastanza concentrati. Non ci saranno novità riguardanti il modulo, continuerò a lavorare su quelle che sono le nostre certezze. Mancherà Ciccio Cosenza per squalifica. Se dovessimo avere delle difficoltà a scardinare la difesa avversaria, a gara in corso potremmo apportare delle modifiche”.

Inevitabile un riferimento a quelli che l’allenatore amaranto ritiene i possibili registi di squadra squadra e alla posizione di Tedesco, poco utilizzato in quest’avvio di campionato: “Viola è un ex trequartista, è cresciuto molto. Montiel ha la stessa situazione di partenza, nel momento in cui ho visto quella crescita che mi aspettavo nella gara di Frosinone l’ho utilizzato e per scelta tecnica ho mandato Nicolas in tribuna. Giacomo, secondo me, è un giocatore che per noi è utile, soprattutto per quello che dimostra in termini di professionalità ed impegno, ma fa parte dei ventisei e nel momento in cui darà più garanzie di chi va in campo non ci saranno problemi a farlo giocare, non faccio certo figli e figliastri, i miei tre figli sono a casa”.

E’ una Reggina che viaggia nei quartieri alti, quella di Gianluca Atzori, che però continua a volare basso: “Le ambizioni sono sempre le stesse, il campionato è talmente lungo che non ti puoi sbilanciare e dire cose che potrebbero essere smentite. Il nostro obiettivo resta la crescita costante”.