Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Empoli, Aglietti: “Mi sono commosso e non me ne vergogno”

Reggina-Empoli, Aglietti: “Mi sono commosso e non me ne vergogno”

C’è stata un’autentica ovazione per lui, ma Alfredo Aglietti, oltre che per il suo passato da bomber amaranto, ha dimostrato di saper ben mettere la sua squadra in

campo ed è d’accordo con chi ha visto un buon Empoli. “Abbiamo giocato con personalità, dopo abbiamo preso le redini del centrocampo facendo girare la palla con velocità. Non era facile ottenere un risultato positivo in un ambiente entusiasta e contro una squadra come la Reggina. Temevo la spinta di Laverone e Rizzato  sulle fasce, ma soprattutto il contributo di Missiroli su cui però ha lavorato bene Moro. Il ritorno a Reggio ? Io credo che se fra dieci anni tornerò qua sarà sempre la stessa emozione, mi sono commosso e non ho nulla di cui vergognarmi, non posso far altro che ringraziare i tifosi per  come mi hanno accolto e salutato. Anche ieri tornando con l’aereo mi tornavano in mente i bei momenti passati qui e questi ricordi li custodirò per sempre”.