Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Triestina-Reggina, Iaconi :”Sconfitta meritata. L’anno scorso? Se l’obiettivo era la salvezza…”

Triestina-Reggina, Iaconi :”Sconfitta meritata. L’anno scorso? Se l’obiettivo era la salvezza…”

Tra passato e presente, Ivo Iaconi, al termine di Triestina-Reggina ai microfoni di Radio Touring: “La nostra è una sconfitta meritata, siamo entrati in campo già perdenti. Non abbiamo avuto aggressività, nè voglia di fare risultato. Ci siamo trovati al cospetto di una squadra che ha dimostrato maggiori motivazioni di noi e soprattutto una qualità maggiore determinata da giocatori che fanno la differenza, a

cui fanno da contorno giovani molto interessanti.  Con un avversario del genere si può perdere, ma non così. La Reggina ha ripreso una strada che le appartiene storicamente, ovvero la filosofia dei giovani che ha sempre avuto. Il presidente ha ricominciato da zero, ha preso un allenatore bravo, giovane ed emergente,  rinunciando ad una rosa fatta più che altra da nomi con contratti alti e poco più.  Se mantengono questo spirito la Reggina può puntare in alto. Viola purtroppo non l’ho avuto per infortunio l’anno scorso, Rizzo l’avrei voluto portare qui ma ovviamente se lo sono tenuto stretto, Missiroli ormai è una certezza e a Bonazzoli serviva solo sbloccarsi.  Grandi meriti sono della guida tecnica.  Sono felice per Foti dopo l’annnata dello scorso anno meritava di tornare a sorridere.  Sono ancora dispiaciuto per il mio esonero, ma ho grande rispetto per il massimo dirigente amaranto  anche se ha deciso di prendere altre strade. Certo che se l’obiettivo era salvezza, magari ci sarei potuto riuscire io tranquillamente. Giocavamo bene, gli episodi giravano male come dimostrano i tre rigori sbagliati e soprattutto eravamo fin troppo vulnerabili in difesa, visto che prendevamo gol in tutte le maniere possibili”.