Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio: la Reggina a picco a Padova (0-4)

Calcio: la Reggina a picco a Padova (0-4)

http://www.meteoweb.it/images/atzzta.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Pasquale De Marte – La Reggina torna da Padova con le pive nel sacco, con quattro gol sul groppone e un’importante carico di incertezze derivanti dall’inesperienza della

squadra più giovane dell’intero campionato. Al cospetto di una formazione in grado di reggere i ritmi degli amaranto, stasera non certo vertiginosi, e con una qualità media probabilmente superiore, i ragazzi di Atzori non sono stati in grado di reggere l’urto.

QUATTRO SU QUATTRO, DI GENNARO OUT – Il tecnico di Collepardo sceglie di confermare la stessa formazione messa in campo già nelle prime quattro giornate di campionato, mentre Calori preferisce Succi a Di Gennaro.

INIZIO – All’Euganeo va in scena una sfida che nel primo tempo si rivela equilibrata. I padroni di casa vogliono fare la partita, ma gli spazi tra le maglie amaranto non ci sono e dal canto proprio gli ospiti non intendono assistere al monologo veneto.

Inizialmente l’occasione migliore è proprio per la formazione di Atzori: angolo di Viola, Bonazzoli spizza e Zizzari per una questione di centimetri non trova il tap in vincente.

I calci piazzati rappresentano le situazioni in cui la Reggina riesce ad essere più pericolosa.

FARAONE BIANCOSCUDATO – Le cose più interessanti le fa vedere il talentino El Sharawi, in prestito al Padova dal Genoa, che, a diciott’anni non ancora compiuti, si toglie la soddisfazione di segnare il suo primo gol da professionista al minuto numero ventinove.

L’azione nasce da una ripartenza della squadra di Calori, il comportamento della difesa reggina che si fa attrarre troppo dal pallone non è certo irreprensibile e Succi è abile nel lanciare l’italoegiziano nello spazio che si rivela un corridoio per presentarsi in perfetta solitudine davanti a Puggioni e beffarlo in uscita.

Il duello più interessante della gara si gioca sulla corsia esterna tra Laverone e Renzetti, Bonazzoli e Zizzari mettono in evidenza una buona intesa, mentre pesa nell’economia della partita amaranto la prova sottotono di capitan Missiroli.

PUGGIONI IN CHIAROSCURO – Mancano verticalizzazioni e pressing alla Reggina, nella ripresa Atzori prova ad inserire Tedesco e Campagnacci per Zizzari e Missiroli. La pressione più efficace però la mette in atto il Padova che va al vicino al raddoppio in due circostanze in cui è bravo l’estremo difensore a dire di no: prima su un tentativo dalla lunga distanza di Di Gennaro, poi dopo aver respinto un colpo di testa di Cuffa è prodigioso intercettando d’ istinto un tentativo sottomisura di Succi.

L’ex portiere del Piacenza non è perfetto quando si fa beffare da un tiro cross di Vicente. Il tris arriva grazie ad un rigore di Succi, concesso generosamente dall’arbitro Calvarese per un contatto tra Viola e Renzetti.

POKER – E’ ancora l’ex bomber di Palermo e Ravenna a firmare la quarta realizzazione veneta, per un Padova che non si fa impietosire da una Reggina vistosamente intimidita. Nel finale gli amaranto chiudono in dieci per l’espulsione di Laverone, protagonista di una brutta entrata su Renzetti.

Il tabellino:

REGGINA: Puggioni; Adejo, Cosenza, Acerbi; Laverone, Missiroli (dal 9′ s.t. Tedesco), Viola (dal 24′ s.t. Adiyiah), Rizzo, Barillà; Zizzari (dal 9′ s.t. Campagnacci), Bonazzoli. A disposizione: Kovacsik, Burzigotti, Rizzato, Montiel. Allenatore: Gianluca Atzori.

PADOVA: Agliardi; Crespo, Cesar, Legati, Renzetti; Bovo, Vicente (dal 25′ s.t. Jidayi), Cuffa; El Shaarawy (dal 28′ Rabito); Di Nardo (dal 9’s.t. Di Gennaro), Succi. A disposizione: Cano, Cappelletti, Gallozzi, Filippini. Allenatore: Alessandro Calori.

Marcatori: 29′ El Shaarawi (P), 19′ s.t. Vicente (R), 23′ s.t. Succi (P), 37’s.t. Succi (P)

Ammoniti: 6′ Barillà (R), 36′ Vicente (P), 43′ Legati (P), 23′ s.t. Cosenza (R), 25′ s.t. Renzetti (P), 33’s.t. Bovo (P), 43’s.t. Campagnacci (R)

Espulso: 39′ s.t. Laverone (R)

Recupero: 1′,0′